Alghero: sulla posidonia Pietro Sartore difende il lavoro fatto e pretende delle scuse

«Sulla questione alghe in questa città sono state montate ad arte innumerevoli fake news, ma per fortuna il tempo è sempre galantuomo» lo sostiene in una nota il consigliere comunale di opposizione Pietro Sartore che prosegue: «Ora che la bontà del lavoro svolto viene riconosciuta (è di ieri la notizia che la Ecocentro Sardegna Srl, la società che ad Alghero si è occupata della vagliatura della posidonia, è stata premiata come società virtuosa nel riciclo proprio grazie al lavoro svolto sull’arenile algherese...), credo che andrebbero fatte delle scuse a tutta l’amministrazione Bruno e in particolare all’Assessore all'Ambiente Raniero Selva che più di tutti ci ha messo la faccia, ritrovandosi oggetto di attacchi strumentali e zeppi di falsità.

Andrebbe, invece, sottolineato che, grazie alla precedente Amministrazione, per la prima volta in Alghero è stato avviato un progetto per la vagliatura della posidonia e il recupero della sabbia, per la prima volta gli operatori balneari hanno ricevuto un contributo per la pulizia dell’arenile e per la prima volta è stato fatto un affidamento pluriennale per la pulizia delle spiagge. Oggi alcuni di quelli che prima hanno fatto terrorismo si ritrovano a dover proseguire un lavoro già avviato e a dover seguire un percorso già tracciato. Come detto sarebbero auspicabili delle scuse, ma se anche scuse non vi dovessero essere l’auspicio è che quantomeno adesso non rovinino quanto già ben seminato e avviato» conclude Sartore.