Cultura

Stampa Diminuisci carattere Aumenta carattere

Florinas in Giallo chiude con il "Catechismo della pecora"

L’ Aperitivo in giallo, il Pranzo Romanzo e il concerto del grande Enrico Rava chiudono in un crescendo di convivialità e allegria la decima edizione di “Florinas in Giallo – L’isola dei misteri”. La festa della domenica è uno dei momenti più attesi al festival organizzato dal Comune di Florinas – con la direzione artistica delle librerie Cyrano (Alghero) e Azuni (Sassari) – e anche questa volta si moltiplicheranno le occasioni di incontro diretto fra lettori e scrittori. A tavola, sarà perfino possibile capitare accanto al proprio autore preferito e scoprire i suoi gusti culinari, o l’importanza che il cibo e il buon bere hanno nei suoi romanzi. 

Quando si parla di aperitivi, nessuno è più adatto di lui. E non solo perché viene da Jerzu, dove si produce uno dei vini migliori della Sardegna. Ma anche perché Gesuino Nemus, all’anagrafe Matteo Locci, non si tira mai indietro quando c’è da far festa. Alle 11.30, in via Regina Elena, sarà il protagonista dell’ Aperitivo in Giallo e, con Lalla Careddu, presenterà il suo romanzo più recente, “Il catechismo della pecora” (Elliot). Il libro, dice Nemus, scanzonato e irriverente come sempre, «avrei voluto ambientarlo a Florinas, secondo me il nome più bello tra i paesi della Sardegna, ma mi hanno detto: “Se lo fai ti tzacchiamo ‘na surra”. Quindi, beccatevi Telévras per la quarta volta e il suo maestro unico che racconta di questa bambina che scappa da scuola proprio il primo giorno, per non tornarci mai più. Mi hanno messo all’ora dell’aperitivo, prima del Pranzo Romanzo, per farvi mangiare di meno. Sappiatelo florinesi, sappiatelo!». Il Pranzo Romanzo, a cura del critico gastronomico Giovanni Fancello, inzia (per chi ha prenotato nei giorni precedenti) alle 13 nelle scuole elementari di via Roma e vede ai fornelli lo chef Fabio Carboni. 

Dopo la siesta, alle 18.30 ci si sposta in Piazza del Popolo per la seconda parte della lezione d’autore sul giallo e sul noir con Massimo Carlotto e Luca Crovi. Alle 19.30, Enrico Pandiani presenta il racconto “La patente”, appena pubblicato in volume e «scritto l’anno scorso – spiega lo scrittore di Torino, autore della serie noir “Les Italiens” – quando ho passato due settimane a Florinas per una residenza d’autore. È stata un’esperienza particolare, a volte straniante, dalla quale è scaturito un racconto nel quale ho cercato di rendere le atmosfere e lo smarrimento di un poliziotto del “continente” che si trova a indagare in una terra che non è la sua e ne subisce il fascino». 

La decima edizione di “Florinas in Giallo” finisce in musica con un ospite speciale, che ha da poco festeggiato gli ottant’anni di vita e i cinquanta di carriera, il grande trombettista jazz Enrico Rava. Alle 21, al Parco comunale “Su cunzadu e cheja”, Rava e l’Enrico Rava Quartet regaleranno al pubblico un’emozionante sonorizzazione di spezzoni tratti da famosi film noir, scelti e proiettati a cura della Società Umanitaria.

Foto: -

ULTIME NOTIZIE

case e terreni