La giunta regionale rivedere "il tiro" sulle tariffe della riabilitazione

La giunta regionale rivede il tagli ai centri impegnati nella riabilitazione, con una rimodulazione delle tariffe alle strutture. Una decisione che viene incontro alle richieste del consigliere del Partito sardo d’azione Gianfranco Nanni Lancioni. "Con questo provvedimento – spiega l’esponente dei quattro mori nel palazzo regionale di via Roma – l’esecutivo rimette nelle condizioni di operare i poli impegnati nell’assistenza dei soggetti svantaggiati. 

Una risoluzione attesa, perché questi centri non vanno lasciati soli, soprattutto in questa fase di emergenza". Una boccata d’ossigeno per l’erogazione di servizi di importanti realtà che si ritagliano in diverse parti della Sardegna, su tutti la struttura Gesù Nazareno di Sassari e la residenza Santa Maria Bambina del Rimedio a Oristano. 

"Nessun taglio – rimarca Lancioni – Sono convinto che le strutture convenzionate, che da sempre assicurano la quantità coniugata alla qualità delle prestazioni rese, vadano salvaguardate. La decurtazione è stata rivista, con il ripristino delle risorse utili a portare avanti l’assistenza".