Il Capo di Sotto diventa green nella consegna della corrispondenza

-
  È il Sud la zona più “green” della Sardegna, per quanto attiene ai mezzi per la consegna della corrispondenza e dei pacchi. Nei 23 centri di distribuzione e di recapito presenti nel territorio della città metropolitana di Cagliari e del Sud Sardegna, infatti, sono in adozione 85 mezzi “green”, che Poste Italiane mette a disposizione dei portalettere con l’obiettivo di ridurre la propria impronta ambientale, contribuendo alla transizione low-carbon dell’economia e dell’intero paese. Il primato - Questo dato colloca le due province meridionali dell’isola al 1° posto della speciale classifica “verde” del recapito, davanti alla provincia di Sassari (23 mezzi “green” in totale), alla provincia di Nuoro (20 mezzi “verdi”) ed alla provincia di Oristano (7 mezzi a minore impatto ambientale). Nel Sud dell’isola, inoltre, la percentuale dei mezzi “green” sul totale a disposizione della struttura del recapito, è di oltre il 20% di una flotta composta in totale da 412 mezzi. Nello specifico, sono a disposizione degli addetti al recapito 31 tricicli elettrici, 6 quadricicli elettrici e 48 tricicli a benzina a basse emissioni.

   Le specifiche tecniche - I nuovi tricicli alimentati elettricamente al 100%, hanno una potenza di 4 kW che garantisce una velocità massima di 45km/h e un’autonomia energetica di circa 60 km, tale da permettere ai portalettere di consegnare la corrispondenza giornaliera con una sola ricarica. Ogni mezzo elettrico ha a disposizione una colonnina elettrica per la ricarica. I Quadricicli elettrici hanno, invece, una potenza di 6kW, un’autonomia di 70 km, raggiungono una velocità massima di circa 45 km/h e un vano di carico di ben 400 litri, caratteristica ancora più importante visto il costante e rapido trend di crescita dell’e-commerce in tutto il Sud Sardegna. I nuovi tricicli “a basse emissioni” infine sono dotati di motore basso emissivo 125cm3 Euro - 5 che consente una velocità massima di circa 74 km/h, per un’autonomia di circa 270 km.

  La particolare conformazione a tre ruote ne aumenta la stabilità e la sicurezza per il conducente e permette l’installazione di un baule con un volume di carico di 250 litri. Il rinnovo della flotta - Il piano di rinnovo della flotta aziendale, punto fermo del nuovo piano stratregico ‘24 sustain &innovate’ presentato dall’Amministratore Delegato di Poste Italiane Matteo Del Fante, prevede una riduzione del 30% delle emissioni di anidride carbonica entro il 2025 e nel 2030 il raggiungimento della Carbon Neutrality, cioè il bilanciamento tra le emissioni di gas serra generate e quelle riassorbite.

  Entro il 2024, inoltre, è prevista la totale sostituzione del parco veicoli di Poste Italiane per un totale di 26mila mezzi green. Il piano prevede la sostituzione di mezzi endotermici con veicoli e motoveicoli elettrici di ultima generazione o a benzina a basse emissioni, garantendo minori consumi ed emissioni per chilometro. La continua dotazione di mezzi “ecologici” a bassa emissione, è in linea con l’ESG - Environmental Social and Governance - il piano d’azione in materia di sostenibilità ambientale e sociale che ha l’obiettivo di garantire la definizione degli indirizzi del Gruppo con ricadute positive per l’ambiente e per il territorio.