La Dinamo Banco di Sardegna comincia con il poker: 4 vittorie - Battuto il Varese

-
  Si chiude con una vittoria il Girone B di Supercoppa della Dinamo Banco di Sardegna: gli uomini di coach Demis Cavina chiudono il girone imbattuti firmando la quarta vittoria in fila. I giganti affrontano Varese con grande concentrazione, nonostante il pass di qualificazione per i quarti di finale con Brindisi già in tasca: buon approccio dei padroni di casa che partono forte e piazzano il primo break. La reazione lombarda riporta gli uomini di Vertemati a contatto e avanti dopo 10’: un sontuoso Professor Logan (autore di 11 dei 13 punti totali nel secondo quarto) conduce il Banco avanti. Coach Cavina ruota tutti i suoi uomini e ha minuti di qualità da Jack Devecchi, Massimo Chessa, Luca Gandini, Kaspar Treier e Jacopo Borra: a referto tutti i 12. Il prossimo appuntamento in agenda è fissato sabato, 18 settembre, alle 15 alla Unipol Arena con la sfida dei quarti di finale: si fa sul serio e contro Brindisi sarà dentro o fuori.

  Forza ragazzi! Coach Demis Cavina manda in campo Clemmons, Burnell, Bendzius, Gentile e Mekowulu, Varese risponde con Gentile, De Nicolao, Wilson, Egbunu e Jones. Burnell apre le danze con la stoppata su Egbunu e la tripla a segno: Jones sblocca Varese ma il Banco scappa sul 9-2 con Clemmons e l’assist al bacio di Bendzius per JB. Ci vuole parlare su coach Vertemati, ma i padroni di casa allungano il break fino al 10-0. Wilson interrompe il digiuno ma Bendzius tiene i giganti avanti: controbreak lombardo con l’ex Sorokas, De Nicolao e Gentile e Varese si porta a -2 (14-12). Battle e Gandini monetizzano i falli avversari, ma la tripla di Beane allo scadere sigla il sorpasso: 17-18 al 10’. Effetto Logan sulla partita: il Professore sale in cattedra e infila 11 punti in un PalaSerradimigni estasiato.

  Il numero 3 trascina i suoi sul +7, Varese si sblocca con la tripla allo scadere dei 24’’ di Gentile. Liberi di Battle, 4 punti di Caruso però riportano gli ospiti a un possesso di distanza. Dinamo in rottura prolungata, ringrazia Varese che scrive il 34 pari. È Massimo Chessa a sbloccare il Banco che nel mentre aumenta l’intensità difensiva. Seconda tripla di Massimino: alla seconda sirena Dinamo avanti 40-35. Nel secondo tempo i primi punti del Banco arrivano dopo quasi 4’ con la bomba di Clemmons: Burnell e Bendzius allungano a metà del terzo quarto è +12 (51-39). Il Banco allunga il vantaggio con Logan, Gandini e Battle: il parziale alla fine dice 20-9 in favore dei padroni di casa (60-44).

Negli ultimi 10’ il Banco gestisce il vantaggio: ci sono minuti di qualità per gli italiani e le due bombe del capitano. Finisce 77-61.
 
 Dinamo Banco di Sardegna - Pallacanestro Varese 77-61
 
 Parziali: 17-18; 23-17; 20-9; 17-17
 Progressivi: 17-18; 40-35; 60-44; 77-61. Dinamo. Logan 13, Clemmons 7, Gandini 3, Devecchi 6, Treier 1, Chessa 6, Burnell 12, Bendzius 6, Mekowulu 5, Gentile 6, Battle 10, Borra 2. All. Demis Cavina
 Assist: Gentile (4)- Rimbalzi: Burnell (5)
 Varese. Gentile 7, Beane 3, Sorokas 9, De Nicolao 7, Wilson 18, Librizzi, Egbunu 4, Virginio, Ferrero , Jones 5, Caruso 8. All. Adriano Vertemati
 Assist: De Nicolao (3)- Rimbalzi: Egbunu (6)

   Il commento a fine partita di coach Demis Cavina e Jason Burnell Coach Demis Cavina: "Si chiuse il girone con una buona prestazione difensiva che era quello che mi interessava di più a livello di squadra, si chiude il girone con un’ottima prova corale e la testa giusta. Ovviamente la partita era una partita di precampionato e dopo le gare precedenti serviva una prova decente in difesa. Sono contento che tutti i ragazzi abbiano segnato, che siano stati partecipi, adesso si pensa al prossimo evento, per noi è stato fondamentale giocare in questo girone. Testa a Brindisi con una chiusura di girone molto positiva. Abbiamo giocato senza guardare l’avversario e la posta in palio, cercando di mantenere uniformità nell’intensità, la palla sta girando bene in attacco e nel terzo quarto abbiamo sbagliato dei tiri aperti però la cosa che mi è piaciuta di più è stata l’intensità difensiva, sempre molto alta". Jason Burnell: "Sono estremamente contento per stasera, abbiamo disputato delle buone partite precedentemente ma oggi c’è stato un importante passo dal punto di vista difensivo, siamo rimasti uniti, abbiamo giocato duro, sono molto orgoglioso, abbiamo ancora tanto lavoro da fare ma sono contento perché è nessuno è egoista e ci aiutiamo l’un l’altro".