Serie A: riprende la corsa salvezza del Cagliari - Al Sardegna Arena arriva il Verona - Semplici: "Possiamo farcela"

Leonardo Semplici
  Leonardo Semplici vuole infondere coraggio nell’animo dei suoi uomini, devono essere pronti ad una vera e propria battaglia. E come un abile condottiero sa bene che in battaglia è importante vincere. La battaglia di questo pomeriggio alle 15 che si svolgerà alla Sardegna Arena vedrà in campo il Cagliari contro il Verona. Per Semplici la partita "non è l'ultima spiaggia". Certo che la situazione è critica e una vittoria oggi darebbe una iniezione di fiducia verso l’obiettivo salvezza.
 
  "Mi aspetto una gara con la mentalità e cattiveria giusta l'umore è buono, la rabbia dopo La Spezia deve rimanerci dentro: ci deve dare la carica giusta. Ce la possiamo fare, ma solo se buttiamo in campo tutto. È una gara importante, ma non vorrei dire che è l'ultima spiaggia. Bisogna tirare fuori tutto il possibile per raggiungere il nostro traguardo. Quando fischia l'arbitro, bisogna essere pronti alla battaglia".
 
  Semplici si esprime così in conferenza stampa: "Abbiamo utilizzato questi dieci giorni di sosta per la Nazionale cercando di migliorare quei tre o quattro principi suggeriti alla squadra quando sono arrivato - ha aggiunto Semplici -. Affrontiamo una squadra di grande valore: sta a noi dover fare una grande prestazione anche per ovvi motivi di classifica. Bisogna scendere in campo con una mentalità agguerrita, vogliosi di mostrare quello che si sa fare".

    Dieci giorni molto duri e intensi: "Abbiamo lavorato su tutto, non solo sull'attacco. Abbiamo battuto molto anche sulla cattiveria sportiva: abbiamo bisogno anche di raschiare il barile per portare a casa il risultato. Anche l'aspetto fisico è importante, soprattutto con una squadra come il Verona: i ragazzi hanno lavorato con buona intensità".
"Devo cercare di far arrabbiare i miei ragazzi per raggiungere orgogliosamente l'obiettivo - conclude il mister -. Non è gara da dentro e fuori, ma il risultato sarà importante anche per avere la convinzione giusta in vista delle prossime partite". (p.t.)