La Dinamo Banco di Sardegna e la Champions League: vincente la prima trasferta in Danimarca

-
  Buona la prima in Danimarca per la Dinamo: i giganti si impongono su Bakken Bears nel Game 3 di Basketball Champions League nella terza sfida di coppa. Devecchi e compagni ritrovano il sorriso dopo le partite di campionato con Trento e Brindisi nella prima trasferta europea della stagione.

   In una partita giocata a strappi, in cui si è vista una Dinamo continua e aggressiva, il Banco firma il primo break in doppia cifra nel primo tempo con un super Miro Bilan, a quota 12 punti nei primi 15' con il 100% al tiro e 2/2 da tre. I padroni di casa però non si arrendono e puniscono ogni errore difensivo della Dinamo: trascinati da Peterson e dall'ex Cagliari Stephens accorciano al 20' sul 60-69. Nel terzo quarto gli isolani scrivono il +16, condotti dalle prestazioni balistiche del trio Spissu-Kruslin-Bendzius e dalla concretezza sotto le plance di Bilan e Tillman.

  I danesi si riportano a due possessi di distanza ma i giganti ricacciano indietro il Bakken e conquistano la vittoria. Sassari chiude con sei uomini in doppia cifra: doppia doppia di Miro Bilan con 19 punti e 11 rimbalzi e 6/10 al tiro; buona prestazione di Justin TIllman (15 pt, 4 rb) e di un ritrovato Eimantas Bendzius (14 pt,5 rb, 4 as). Fondamentale su entrambi i lati del campo il funambolo Jason Burnell che ha chiuso con 11 punti, 7 rimbalzi e 5 assist, e ottimo apporto di Filip Kruslin che, rientrato in quintetto, ripaga la fiducia con 11 punti (3/5 da tre); doppia cifra anche per Stefano Gentile (10) e prestazione a tutto tondo di Marco Spissu (9 pt, 6 rb, 4 as).

   La Dinamo si presenta alla Aarhus Arena con Edoardo Casalone in panchina, chiamato a sostituire l'head coach Gianmarco Pozzecco rimasto in albergo per un malessere, insieme a Giorgio Gerosa: non disponibile l'ultimo arrivato in casa biancoblu Toni Katic, non ancora tesserato per questioni burocratiche. Il Banco ritorna al classico quintetto con Spissu in cabina di regia, Kruslin, Burnell, Bendzius e Bilan sotto le plance. Coach Wich risponde con Cosey, Evans, Peterson, Diouf e Ongwae.

  Miro Bilan infila i primi punti della partita, per i padroni di casa risponde Evans: buon impatto di Kruslin, partito in quintetto, che punisce dall’arco e firma il primo allungo sassarese. Bilan e Bendzius trascinano la Dinamo avanti ma Peterson riporta Bakken a contatto. Il giocatore americano colpisce dai 6,75 ed Evans firma il controsorpasso. L’ex Cagliari Dinamo Academy Stephens impatta sul match ma la seconda tripla della partita di Kruslin ricaccia indietro i danesi: anche Tillman si iscrive a referto.

  Peterson accorcia dalla lunetta complice il fallo di Devecchi: al 10’ Dinamo avanti 25-26. Il secondo quarto si apre con la fiammata del Banco: i sassaresi bombardano dall’arco con un irreale Bilan (100% al tiro con 2/2 dall’arco per 12 punti nei primi 15’) e Spissu per il +11 (29-40). Reazione del Bakken che trova un break di 8-0 e accorcia a -5. Timeout Dinamo. Il Bakken prosegue la sua corsa con Evans e Peterson, Treier dà ossigeno ai suoi, ma i padroni di casa si riportano a un possesso di distanza con un parziale di 14-2. Il fallo di Evans su Bendzius quando restano solo 4 centesimi dalla seconda sirena: il lituano fa 3 su 3 e le due squadre vanno negli spogliatoi sul punteggio di 43-49.

   Terzo quarto di grande energia per gli isolani che partono forte grazie alle prestazioni balistiche del trio Spissu-Kruslin-Bendzius. Canestro and one di Burnell ad aprire le danze per il nuovo vantaggio in doppia cifra: accorciano Peterson e Stephens ma il Banco è implacabile. Kruslin prima Spissu e Bendzius bombardando dai 6.75 e scrivono un parziale di 11-2 per il massimo vantaggio +16 (49-65). Dopo aver segnato 6 punti nei primi 6’ del quarto reazione danese condotta da Darboe che infila 6 punti di fila. Coach Casalone chiama minuto.

  Ottavo punto personale di Justin Tillman, schiacciata spettacolare di Stephens e il canestro di Gentile nell’ultimo giro di cronometro. La bomba di Ongwae riporta il Bakken sotto la doppia cifra e al 30’ il tabellone dice 60-69. I padroni di casa aprono l’ultima frazione con la bomba di Darboe del-6: non si fa attendere la reazione verdeblu. I sardi piazzano un break di 7-0 con 5 punti di Justin Tillman, ormai in doppia cifra, e il fade away di Gentile (63-76). Il Banco allunga il break con Burnell e il quindicesimo punto personale di Tillman ma i padroni di casa accorciano con un super Stephens, a quota 20 punti, che riporta lo svantaggio sotto la doppia cifra (74-82).

  Sassari resta avanti con Miro Bilan in lunetta: la tripla di Gentile su assist di Spissu mette il sigillo sulla vittoria. Alla Aarhus Arena il game 3 si chiude 84–91 per la Dinamo che con tre vittorie in altrettante sfide disputate in BCL mette l’ipoteca sul passaggio del turno di coppa. Bakken Bears - Dinamo Banco di Sardegna 84-91 Parziali: 25-26; 18-23; 17-20; 24-22.

   Progressivi: 25-26; 43-49; 60-69; 84-91. Bakken. Cosey, Ronneholt, Darboe 9, Evans 10, Peterson 18, Jukic, Diouf 5, Ongwae 17, Sahlertz 3, Stephens 22, Harbo,Laerke, Mollgaard . All. Steffen Wich Assist: Evans 6- Rimbalzi: Stephens 10 Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 9, Bilan 19, Treier 2, Kruslin 11, Devecchi, Re, Burnell 11, Bendzius 14, Gandini, Gentile 10, Tillman 15. All. Casalone Assist: Burnell 5 - Rimbalzi: Bilan 11