Champions League a Burgos: si gioca a porte chiuse - Accolta la richiesta della Dinamo

Pochi minuti fa è arrivata l’ufficialità: la sfida di questa sera con San Pablo Burgos si disputerà a porte chiuse. Dopo una lunga mattinata di consultazioni il Governo spagnolo ha decretato la necessità di adottare misure restrittive per fronteggiare il rapido contagio del Covid-19: il match di ritorno del Round of 16, in agenda questa alle 20:30, si giocherà dunque senza pubblico. 

“Siamo felici che alla fine sia stata fatta una scelta responsabile: dispiace anche a noi che la partita si disputi senza pubblico, abbiamo giocato a Roma in un PalaEur vuoto ed è stato surreale _commenta il presidente della Dinamo Banco di Sardegna Stefano Sardara_. Abbiamo chiesto a gran voce questa limitazione certi che fosse la scelta più giusta, in Italia combattiamo con questa situazione da più tempo, siamo avanti da un mese rispetto al resto d’Europa, conosciamo meglio questa epidemia e questo virus che ha una diffusione del contagio altissima. Abbiamo atteso responsabilmente questo provvedimento, certi della comprensione e della prudenza delle autorità spagnole da sempre di alto profilo nella tutela della salute ed eravamo certi che avrebbero fatto la scelta migliore. Li ringraziamo sinceramente non solo a nome nostro ma anche a nome delle comunità italiane e spagnole che sarebbero poi state in pericolo con una maggiore esposizione al problema”.