Cronavirus, il pallone e le porte chiuse: per il presidente della Torres "meglio non giocare"

Dopo la sosta forzata di questa domenica e quella, già programmata, del 15 marzo, potrebbe slittare ad aprile la ripresa dei campionati della Lega Nazionale Dilettanti, così come già in ipotesi per i campionati di serie A e B. Della questione deciderà il Consiglio Direttivo della LND, programmato per domani con all’ordine del giorno l’emergenza Coronavirus. Il rientro in campo, previsto inizialmente per il 22 marzo ma a porte chiuse, non sembra essere gradito dalla maggior parte dei club dei 9 gironi della serie D. 

 “Premesso che non rientra nelle mie competenze entrare nelle decisioni prese dal Governo per l’emergenza sanitaria che sta attraversando il Paese –il commento del presidente della Torres Salvatore Sechi – ma per il calcio, ed in particolare per le categorie dilettantistiche, giocare a porte chiuse vuol dire uccidere il campionato. Io sono assolutamente contrario alle porte chiuse, sono per non giocare. 

Aspettiamo queste due settimane di stop poi se dovesse permanere lo stato di emergenza nazionale, a quel punto sono per valutare concretamente la possibilità di far slittare le partite. Nessun problema che il campionato possa terminare a giugno, spareggi compresi, d’altronde i nostri atleti sono tesserati fino al 30 giugno, quindi è possibile svolgere fino a quella data l’attività agonistica. Pensare di dover giocare Torres-Turris senza tifosi non sta né in cielo, né in terra. Il calcio non è qualcosa di privatistico ma uno spettacolo che va vissuto con i tifosi. E’ come se in un teatro gli attori recitassero da soli. 

Le porte chiuse sono un delitto. In tal senso ho anche avuto modo di esprimere in Lega il mio pensiero e sono fiducioso sulla loro possibilità di ascolto delle nostre istanze”. Seguendo le direttive della federazione la Torres ha da subito adottato tutte le misure di prevenzione, con termo scanner per gli atleti prima di ogni seduta di allenamento per misurare le condizioni fisiche. Con la sosta di campionato i giocatori avranno qualche giorno di pausa. Dopo l’ultimo allenamento settimanale di ieri, si riprenderà giovedì 12 marzo con la seduta mattutina, in attesa di ulteriori sviluppi che potrebbero arrivare nella giornata di domani.