Tennis Club Porto Torres punta al salto di categoria

Il Tennis Club Porto Torres mette in campo le proprie ambizioni e la voglia di tagliare un traguardo storico. I talenti giovani e più esperti del sodalizio turritano si apprestano a disputare un campionato di serie C da protagonisti, per lottare fino a fine stagione e tentare il salto di categoria. La squadra guidata dal capitano e direttore tecnico Paolo Pani, presentata ufficialmente nei giorni scorsi nella sede del circolo di via delle Vigne, è composta da Antonio Zucca, Vlad Zhuk, Matteo Casula, Enrico Proli, Niccolò Pia, Michele Maddau, Davide Idini e Alex Fragasso. «Il team è stato rinforzato anche per dare maggiori stimoli ai giocatori più giovani – afferma la Presidente, Patrizia Foddai – e non ci nascondiamo: il Tennis Club Porto Torres vuole puntare alla promozione, il che permetterebbe ai nostri ragazzi di crescere e confrontarsi con altri atleti nazionali». 

Un’ambizione confermata anche dal Direttore Sportivo, Salvatore Manunta: «Dodici anni fa siamo ripartiti da zero con la nostra scuola tennis. Le difficoltà sono state tante, ma i nostri giovani sono cresciuti e il livello che hanno raggiunto è molto alto. Per questo abbiamo deciso di creare una squadra competitiva e provare a raggiungere la serie B». Confermato il supporto di Antonio Zucca, che si è formato proprio sui campi del circolo di via delle Vigne e che è diventato, con i suoi ventisette anni, fra i più giovani coach del circuito professionistico internazionale: attualmente, infatti, fa parte dello staff tecnico della tennista WTA Laura Siegemund che vanta un best ranking da numero 27 del mondo. Arriva da Pula Matteo Casula (ex TC Margine Rosso) e da Rimini, dove vive e studia, il bielorusso Vlad Zhuk (ex Salento Tennis Academy). 

«Il gruppo è già affiatato, c’è un bel clima tra noi – dice Casula – e puntiamo a fare un bel campionato». «Siamo carichi e non vediamo l’ora di iniziare», aggiunge Zhuk, mentre Antonio Zucca sottolinea «il grande lavoro del direttivo che ci sta permettendo di credere in questo obiettivo». «L’innesto dei due nuovi giocatori – afferma il dirigente Stefano Caria – non è casuale: sono ragazzi che nei primi giorni di allenamento hanno già dimostrato grande impegno e volontà di aiutare i nostri giovani tennisti turritani. La decisione della federazione di organizzare la B2 può aprirci la porta di un campionato nazionale e lo sforzo del club è stato quello di cercare atleti validi dal punto di vista tecnico e umano, contando sull’aiuto degli sponsor». 

Per il direttore tecnico Paolo Pani «i tennisti cresciuti nella nostra scuola hanno l’occasione di imparare qualcosa da ognuno dei nostri atleti più esperti: Antonio Zucca ha la determinazione, Matteo Casula l’estro e Vlad Zhuk la meticolosità nell’allenarsi». La squadra ha ricevuto gli auguri dell’Assessora comunale allo Sport, Mara Rassu: «Speriamo in un risultato importante; ma al di là di tutto, il Tennis Club Porto Torres può già considerarsi orgoglioso di essere un punto di riferimento nella nostra città, anche per le numerose attività sociali di cui è promotore da tanti anni».