Sergio Farris 4° assoluto alle Svolte di Popoli - Il 25 agosto in gara nella cronoscala di Gubbio

Il pilota sassarese è stato protagonista di un week-end di test piuttosto impegnativo nella cronoscalata di Popoli . Dalle prove di sabato Farris fa fermare il cronometro con il 2°miglior tempo assoluto, dopo varie modifiche all'assetto all aerodinamica . Il tempo totale delle due manche sempre fermo al 2°posto assoluto, davanti a lui solo i più potenti 3000cc. Gara1 l'Osella Pa2000 evo del team Dalmazia Gommata Avon ferma il cronometro in 3"09'58 centesimi 4°assoluto per soli 3 centesimi non si piazza alla terza posizione assoluta, e solo ad 1 secondo dalla 2°posizione. Gara2 invece un tirante dell'ala posteriore non ha retto e Farris ha peggiorato di 2 secondi il tempo di gara1. Quindi sempre 4°posizione assoluta per lui, bottino pieno per i punti in vista del Trofeo Italiano Assoluto dove Farris si porta in 3°posizione. 

"Grande prova per il Testimonial Dell'Avis: siamo venuti a Popoli per testare delle modifiche importanti all'Osella e abbiamo fatto un bel lavoro con il Team Dalmazia, siamo sulla strada giusta per fare bene alla prossima gara che sarà a Gubbio-Madonna della Cima il 24/25 Agosto Valevole per il Campionato Italiano Velocità Montagna ". Devo ringraziare sempre i miei sponsor - commenta Sergio Farris - perchè grazie a loro posso far parte di questi campionati: Fuchs Lubrificanti, Guidicar, Sorgente solare costruzioni, Florgarden, Serigrafika Az Ricambi, Nautiservice, Aci Sassari, Trasporti Loriga, Nort Westh, Avis Donatori Sangue. S

ulla prestazione il pilota sassarese , portacolori della SpeedMotor, non è troppo soddisfatto : "Dalla 57°Svolte di Popoli in provincia di Pescara,valevole per il Trofeo Italiano Velocità Montagna Nord-Sud: non era quello che mi aspettavo, ma non per la posizione nell'assoluta ma per il tempo della manche, volevo riuscire ad avvicinarmi il più possibile al record della mia categoria e per qualche sbaglio commesso non sono riuscito, anche se la mia squadra era più che soddisfatta perchè per le temperature atmosferiche (39°) e dell'asfalto (69°) non si poteva fare molto di più".