Salute

Stampa Diminuisci carattere Aumenta carattere

Perdita dei capelli, ecco perché gli uomini sono più colpiti. Ma i rimedi non mancano…

La caduta dei capelli è un disturbo che non fa alcun tipo di distinzione di genere, visto che può indifferentemente colpire sia gli uomini che le donne. Va detto, però, che la popolazione maschile risulta essere quella più esposta in assoluto: l’alopecia androgenetica, infatti, è una condizione che colpisce moltissimi uomini. C’è comunque un motivo scientifico che spiega quanto introdotto finora: la causa di queste problematica risiede nel testosterone, un ormone sessuale maschile che, tra i suoi vari effetti, può anche dare il via ad un meccanismo deleterio per i capelli.

 

La causa alla base dell’alopecia androgenetica

 

Ok, la caduta è influenzata dal testosterone. Ma, a livello pratico, come avviene tutto ciò? In realtà non è il testosterone che fa cadere i capelli, ma una sua forma specifica nota come diidrotestosterone (DHT). Questo ormone viene prodotto tramite l’azione dell’enzima alfa5-reduttasi, il quale trasforma in DHT il testosterone. In certe persone, per via di una predisposizione genetica, il DHT produce dei danni ai follicoli piliferi, facendoli chiudere e poi atrofizzare. Questo perché, per via del DNA, questi ultimi potrebbero dimostrare una sensibilità al DHT molto elevata. I sintomi sono piuttosto noti: innanzitutto la linea frontale dei capelli tende a recedere, portando al diradamento del vertice, e poi questo va ad agire sulle tempie. Meno sulla nuca e sui lati della testa, in quanto i follicoli che si trovano in queste aree sono meno sensibili all’azione del DHT.

 

Alcuni possibili rimedi contro la caduta dei capelli

 

In primo luogo è sempre consigliato consultare uno specialista, per capire esattamente quali siano le cause che portano alla caduta dei capelli. Inoltre è bene usare dei prodotti anticaduta capelli per l’uomo, come ad esempio gli integratori in compresse, gli shampoo e le lozioni. È chiaro, comunque, che la soluzione al problema dipende sempre dal tipo di alopecia, visto che ne esistono di diverse forme (ad esempio quella da stress, che richiede un intervento diverso e che non vede la presenza di fattori genetici). Questo fenomeno, in secondo luogo, può essere influenzato anche dall’alimentazione, e di conseguenza conviene sempre agire anche nella cura della propria dieta. Qui si consiglia di consumare alimenti ricchi di minerali e di vitamine, come lo zinco, il ferro e la biotina, e di evitare i cibi grassi come gli insaccati e le fritture. È giusto chiudere citando alcuni rimedi naturali contro la caduta dei capelli, come ad esempio l’olio essenziale di cedro e l’estratto di amla. Anche l’olio di cocco e il magnesio marino sono ottimi alleati per questa battaglia. In conclusione, gli uomini sono più soggetti alla caduta dei capelli, per una questione genetica e non solo. Combattere questo disturbo, però, è possibile attraverso diversi rimedi. L'importante è capire quale sia la causa del problema e affrontarlo nel migliore dei modi.

Foto: -

ULTIME NOTIZIE

case e terreni