Lunga vita a monsignore: esercizi spirituali per il centro destra

-
  Hanno deciso di rinunciare alle ferie di agosto e di trascorrere almeno due settimane nel santuario di Valverde a pregare, riflettere, chiedere la grazia. La decisione è stata presa all'unanimità da tutto il centro destra, i sardo-leghisti del Moro catalano,gli azzurri di Moana, dai nipotini di Fini in versione meloncino rosa, perfino i Riformatori ,la cui specialità è quella di non riformare un cazzo, hanno deciso di prendere la strada verso il santuario. Ma che cosa è successo? Una crisi mistica? No: da buoni politici, si fa per dire, hanno fatto un giro di conti è sono arrivati a una conclusione: fino a quando monsignore sarà il loro leader maximo, il centro sinistra algherese non vincerà neanche le elezioni del circolo della mariglia.

  Quindi tutti a pregare, a chiedere la grazia: lunga vita a monsignore. Ma perché tanta sicurezza. Si tratta di un compitino facile da capire e infatti anche il centro destra ci è arrivato: dopo averli sottomessi quando erano al governo, escluse naturalmente alcune situazioni di privilegio, l'alto prelato ha trasformato l'attuale opposizione in una sorta di armata brancaleone. Ha fatto uscire a braccetto l'erede contemporaneo dei padroni delle piantagioni di cotone che sfruttavano gli schiavi, e quelli che li combattevano fino alla morte.Un abbraccio ideologico da far paura che ha coinvolto il Che Guevara delle quattro cantonate di marca catalana. Facile immaginare la confusione tra i vecchi compagni, soprattutto tra i più estremi e quelli in buonafede, che ora non solo si trovano alle prese con il Democratico oriente asiatico falce e martello, ma hanno per alleato anche il vecchio nemico, quello che sosteneva che i comunisti mangiavano i bambini.

  Tra l'altro in questa paranoia del pensiero unico, la tonaca vaticana ha dato il colpo mortale alle Botteghe Oscure di via Mazzini al punto che in molti sostengono sia più utile mettere quei locali nel mercato immobiliare, anche in affitto, almeno si produrrà qualcosa. La lunga vita a monsignore, per il centrodestra sardista ecc.ecc.ecc., è auspicata inoltre dal fatto che, pur avendo altro da fare, ancora non si è dimesso dal conclave di via Columbano: infatti gli subentrerebbe "quattro formaggi" la cui esclusione dal consiglio comunale è considerata il risultato politico più rilevante della sua legislatura.

                                                                                   Junivelt