Alghero: lo sfogo di una lettrice - Troppa superficialità sulle regole antivirus

Buongiorno, perdonate l'impeto di tale missiva ma lo sdegno per quanto accade quotidianamente che mi viene riportato o che vedo con i miei stessi occhi dalla terrazza di casa mia essendo io in autoquarantena è tanto: nonostante l'emanazione di ordinanze statali e regionali che impongono il rispetto di regole basilari per la tutela della nostra salute, assisto ormai da giorni alla totale ignoranza e non curanza da parte di cittadini algheresi che, assolutamente privi di qualsiasi senso di civiltà e di rispetto per il prossimo, continuano come nulla fosse nei loro comportamenti: dipendenti dei supermercati a stretto contatto con il pubblico e con ogni tipo di genere alimentare privi di guanti e mascherina (vedi conad via mazzini ad es.), persone che vanno in giro per la città dalla mattina alla sera senza motivi di necessità o lavoro, assembramenti nei parchi nonostante la chiusura disposta dal sindaco...

Ora chiedo a tutti questi signori: avete la minima idea di cosa sta accadendo nel mondo? Avete idea di cosa succederebbe in questa città se il virus si propagasse qui, i morti che conteremmo?? Possibile che ci si limiti come sempre alle belle parole e non ad uno stretto controllo del rispetto della legge e delle regole,neanche per salvare vite umane? Cosa vi costa mettervi una protezione o, chi può, stare a casa in questo periodo di emergenza almeno per la salvaguardia dei vostri cari se non vi frega niente del prossimo? Credete che alla sottoscritta faccia piacere stare reclusa in autoquarantena da una settimana ormai solo per precauzione e senza un obbligo specifico tanto da non portare a spasso sotto casa cosi come mi sarebbe consentito neppure i miei amati cani ma assumere una dog sitter per questo? No, lo faccio perchè non voglio avere sulla coscienza la morte di qualche povero anziano o persona compromessa da altre patologie! E allora riuscite voi cari concittadini ad avere la stessa coscienza anche quando non siete sorvegliati e controllati??

Provate ad informarvi meglio, guardate le innumerevoli immagini trasmesse dai media e dai social della gente intubata che muore lucida in lacrime chiedendo di vedere per l'ultima volta una persona cara, ascoltate le preghiere di chi è già malato o anziano e che vi implora di non uscire perché ha il terrore negli occhi di contrarre il virus! Almeno per una volta fate un gesto che a voi non costa nulla ma che a qualcun altro salva la vita! 

Lettera firmata