Ospedale Marino: inspiegabile la mancata discussione in consiglio comunale

"La seduta del Consiglio Comunale del 23 dicembre, attesa da tutti coloro che chiedevano notizie sulla situazione della sanita` algherese, ha invece visto la specifica volonta` di non porre in discussione una mozione della consigliera di minoranza Esposito, concernete dei punti fermi sul presidio ospedaliero del Marino. Tale atto, presentato in data 19 ottobre 2019, che riassume fra l’altro i contenuti della petizione firmata da piu` di 1200 cittadini, viene difficile che non potesse essere condivisibile da qualsiasi algherese, avendo al suo interno quale punto saliente la non alienabilita` del comprensorio." A dirlo è Giovanni Baldassarre Spano candidato nelle liste del PSd’AZ nelle amministrative 2019 e incaricato per la formazione del programma di coalizione.

"Tuttavia tale mozione - prosegue Spano - ha generato un comportamento parossistico nella maggioranza dell’Assemblea. Un consigliere del principale partito politico che sostiene l’attuale Amministrazione ha inspiegabilmente proposto uno stravolgimento dei lavori del Consiglio, poco prima della discussione della mozione sulla sanita`, portando questo punto dall’ottavo in discussione al decimo e non pago di questo si e` concesso anche una battuta di spirito, prontamente ripresa dal Presidente del Consiglio. Alle insistenze dei componenti della minoranza, francamente condivisibili, che richiamavano i colleghi di maggioranza ad implementare con loro proposte la mozione, ma ponendola in discussione, faceva seguito un atteggiamento inspiegabilmente procrastinatorio dell’Amministrazione. Le motivazioni addotte dal Sindaco Conoci circa la non convenienza di valutare la mozione Esposito, venivano incentrate sulla necessita` di intavolare delle interlocuzioni con vari livelli funzionali dell’A.T.S.

Viene tuttavia da domandarsi se cio` non potesse essere facilmente inserito nella mozione proposta dalla minoranza? nonche´, su cosa potesse inficiare l’assunzione di un atto del Consiglio che assumesse dei punti certi nella gestione delle interlocuzioni con gli altri livelli amministrativi? Pur avendo assistito ai lavori in aula non puo` essere formulata un’univoca risposta. L’unico dato certo risulta il segnale politico dato o meglio non dato alla citta`. La mozione sarebbe stata l’occasione che avrebbe permesso al Sindaco di fornire risposte circa il lavoro finora svolto con gli organi regionali, tuttavia queste non sono state rese, rinviandole senza certezza di tempi. Premesso quanto sopra, si ritiene che tale comportamento debba essere censurato. Anche se non fosse stata discussa la mozione sarebbe stata auspicabile una compiuta relazione del Sindaco Conoci sul suo operato dalla data della manifestazione d’innanzi il Presidio Ospedaliero del Marino ad oggi.

Il comportamento tenuto dal Dott. Conoci potrebbe far supporre che le “continue interlocuzioni con l’Assessore regionale” non abbiano prodotto i risultati sperati e pronosticati dalle numerose interviste da lui concesse nella giornata del 30 novembre 2019. Data la delicata situazione della sanita` algherese si ritiene che questo genere di atteggiamenti non sia piu` tollerabile, anche in ragione di talune dichiarazioni espresse da consiglieri regionali di maggioranza circa i possibili destini del comprensorio del Marino. La tutela del predetto presidio ospedaliero, nonche´ la salvaguardia dei servizi sanitari esistenti, costituisce un punto sul quale non si tollereranno altre titubanze. La battaglia per la difesa dell’Ospedale Marino non e` la battaglia egoistica di un territorio che si oppone ai cambiamenti, ma la difesa della tutela della salute. Alla mancanza di risposte dall’Amministrazione comunale faranno seguito iniziative di mobilitazione dei cittadini contro scelte venute da lontano che si stanno rivelando scellerate per l’intero territorio del nord ovest della Sardegna e questo fino a quando non verremo ascoltati. Per tali ragioni si richiamano tutti gli algheresi ad un’attenta vigilanza nei confronti dei propri rappresentanti, ricordando loro che hanno il dovere di battersi per il territorio che rappresentano senza se e senza ma. Per il PSdAZ algherese la difesa dell’Ospedale Marino rappresenta una giusta battaglia che combattera` fino in fondo." chiude Spano.