Per il Partito dei Sardi la Step è stata una scelta provvidenziale

La scorsa settimana, il Sindaco e l'assessore alle finanze, hanno indetto una conferenza stampa in merito alla gestione della riscossione coattiva del Comune di Alghero attualmente affidata alla societa` Step. Le parole del sindaco, a cui hanno fatto eco quelle del suo delegato in giunta, hanno implicitamente confermato la bonta` della iniziativa assunta dalla amministrazione passata, allorquando, per porre rimedio alla congenita impossibilita` da parte della Secal di riscuotere coattivamente un ammontare enorme di tributi (circa 70 milioni), si era vista costretta a predisporre un bando pubblico per esternalizzare il servizio di riscossione.

Pertanto, imputare la mancata riscossione coattiva dei tributi comunali al depotenziamento della Secal risulta inveridico, non solo perche´ l'organico della Secal e` stato ampliato con una figura di livello dirigenziale e con un nuovo piano industriale capace di aumentare le performances salvaguardando i livelli occupazionali, ma soprattutto perche` la Secal, all'indomani della disastrosa esperienza con Tributi Italia (che nel 2011 aveva messo a serio repentaglio le casse dell'Ente) non ha mai intrapreso alcuna attivita` di riscossione coattiva e cio` per una serie di motivi, non ultimo, quello di non essere mai stata iscritta all'albo nazionale dei concessionari, condizione essenziale per procedere alla riscossione forzosa dei tributi locali.

Non solo, ma imputare ai predecessori la responsabilita` della esternalizzazione del servizio di riscossione incassandone, nel contempo, i benefici della provvidenziale scelta (dalla disamina del bilancio di previsione risultano stanziate entrate straordinarie derivanti dalla lotta alla evasione per 3 milioni di euro) risulta moralmente abominevole e politicamente ghiozzo, soprattutto da parte di chi della polemica senza costrutto ne ha fatto moneta elettorale. Nel corso del 2019, dalla lotta alla evasione tributaria, il Comune di Alghero ha gia` incassato oltre 2 milioni di euro e verosimilmente incassera` quanto posto in previsione nel prossimo triennio (9 milioni di euro), entrate, in parte, straordinarie con cui potranno essere finanziate opere pubbliche (asili e restuaro del Caval Mari`) come da programma elettorale.

Il Sindaco, verificata l'impossibilita` e la non convenienza ad assecondare uno dei punti qualificanti del programma elettorale quale “ la rescissione del contratto alla Step” (diversamente avrebbe preannunciato una differente iniziativa per la riscossione dei tributi e per il censimento tributario), dovrebbe svestire i panni del moralizzatore, ricucire lo sfilacciato rapporto con diversi partiti del cdx e iniziare a esercitare il ruolo guida che gli compete, compreso quello di svolgere, attraverso l'auspicato potenziamento dell'ufficio tributi comunale, il dovuto controllo affinche´ la pioggia di avvisi di accertamento e ingiunzioni che, anche durante le festivita` natalizie, si abbatteranno sugli algheresi, sia frutto di verifiche corrette ed equilibrate.