Spettacolo: ad Alghero i Castels di Villafranca del Panedes - Straordinario evento internazionale

Il 1°, 2 e 3 di Maggio Alghero diventerà sede della più grande rassegna della cultura popolare catalana. Tre giornate durante le quali l'Adifolk, l'associazione per la diffusione del folk catalano nel mondo, portera in città su iniziativa della sede di rappresentanza della Generalitat di via Columbano diretta da Gustau Navarro, del Comune e della Fondazione, una occasione unica, fatta di danze, musica, colori e tradizioni: un’ampia varietà di tutte le aree della cultura popolare catalana, le sardanes, i diavoli, i giganti, i castels (torri umane), ballerini, musicisti. E a proposito dei castels giungerà ad Alghero il gruppo di Villafranca del Panades, considerato uno dei più spettacolari nella realizzazione delle torri umane.

Tre giorni di festa, con un circa 600 persone che arriveranno dalla Catalogna per le sfilate, esibizioni e performance, a cui si aggiungeranno gli accompagnatori. Per Alghero è un ritorno: Adifolk fece tappa in città nel 2000. La 33° edizione della rassegna del 2020 coinciderà con il ventennale di quel grande evento che viene ancora ricordato per le spettacolari esibizioni. Ogni anno un paese europeo, l'anno scorso fu Coopenaghen, prima ancora Budapest, Grenoble, Lisbona, Cracovia, Torino, Amsterdam, Bruxelles: ogni edizione del festival internazionale accoglie un ampia diversità di tutti gli ambiti della cultura popolare, coinvolgendo anche le tradizioni locali con un grande ritorno in termini di promozione turistica e di presenze.

Lo straordinario evento, oltre a consolidare i già ottimi rapporti istituzionali tra Alghero e la Catalogna, rappresenterà e non solo per la Riviera del Corallo, una opportunità di forte richiamo turistico. Si presume che per la unicità della tre giorni di spettacoli di marca catalana la macchina del marketing e della promozione turistica sia già in moto in stretta collaborazione con l'offerta turistica . Considerando che la manifestazione, data la portata di valenza internazionale, avrà significativi costi anche di carattere finanziario, appare opportuno arrivare quei meccanismi che siano in grado di produrre oltre che immagine anche ricadute di ordine socio economico.