Cultura

Stampa Diminuisci carattere Aumenta carattere

La Luna sbarca a Domusnovas - Straordinario fine settimana nel nuraghe S'Omo e S'Orcu

Il fine settimana tra il 19 e il 21 luglio 2019 sarà ricordato nel mondo come uno tra i più ricchi di eventi e serate osservative. Con la "scusa" del Cinquantennale dello Sbarco sulla Luna, ovunque si parlerà del nostro satellite sotto gli aspetti più diversi. A Domusnovas, la porta del Sulcis Iglesiente, l'INAF-OAC, in collaborazione con il Consorzio Natura Viva Sardegna organizzerà un evento davvero particolare per molti motivi. Innanzituto la location: il nuraghe S'Omu 'e S'Orcu di Domusnovas, gestito dal Consorzio, è considerato tra i più grandi ed arcaici siti archeologici dell'intera Sardegna. Al suo interno nasconde certamente tanti tesori, visto che la parte centrale è tutta da scavare.

Aspettando scavi archeologici più approfonditi ci si "accontenta", per ora, di fare analisi fotogrammetriche con i droni del CNR, che proprio in occasione della serata, presenterà i primi risultati. Durante la serata sarà possibile fare numerose e brevi visite guidate con le guide del Consorzio. Il programma scientifico, sarà molto ricco e variegato e spazierà dalla storia di cinquecento anni fa fino al futuro prossimo venturo. L'INAF si dedicherà ai più piccoli con "Martina sulla Luna - Astrokids" un coinvolgente laboratorio condotto dalla ricercatrice Silvia Casu adatto ai bambini dai sette ai dieci anni. Saranno inoltre presenti numerosi colleghi dell'Osservatorio Astronomico di Cagliari che saranno pronti a rispondere a qualsiasi curiosità del pubblico.

Nel sito irromperanno anche le maschere tradizionali del carnevale di Ottana, ovvero i Merdules, Boes e Filonzanas dell'Associazione Merdules Bezzos de Otzana. Questo momento sarà davvero magico, quasi un "ritorno alle origini" di queste figure ancestrali quasi certamente già esistenti ai tempi dei nuraghi. Il primo intervento sul palco, montato grazie al patrocinio del Comune di Domusnovas, sarà del fisico ed esperto di archeoastronomia Gian Nicola Cabizza che parlerà de "La Luna di Dante e la Luna di Galileo: tra Medioevo e Rinascimento". Seguiranno i ricercatori e ingegneri dell'Agenzia Spaziale Italiana Noemi Iacolina e Giuseppe Valente che mostreranno stupefacenti immagini della Luna e la loro connessione con l'attività del Sardinia Deep Space Antenna, la modalità "spaziale" del famoso Sardinia Radio Telescope di San Basilio che l'INAF usa per la ricerca astrofisica. Infine, il momento più atteso: le osservazioni con i telescopi messi a disposizione dell'Associazione Astrofili Sardi che spiegheranno a grandi e piccoli tutti i segreti del cielo estivo. Il biglietto sarà di 5 euro per gli adulti e 3 per i bambini.

Dentro il sito sarà possibile acquistare ottimi cibi, gelati e bevande. L'inizio è previsto alle 19.30 ma sarà possibile arrivare ed entrare in qualunque momento della serata. Si raccomandano scarpe chiuse e comode, in quanto l'area, sebbene perfettamente ripulita è pur sempre un'area archeologica con qualche disconnessione a livello del suolo.

Programma dettagliato:
19:00 Visita guidata del complesso nuragico S’Omu ‘e S’Orcu Guide del Consorzio Natura Viva Sardegna
19:30 Laboratorio per bambini dai 7 ai 10 anni "Martina sulla Luna" Silvia Casu, Istituto Nazionale di Astrofisica di Cagliari (INAF - OAC) 20:30 Apertura dell'area ludica per bambini Associazione Elda Mazzocchi Scarzella
20:30 Sfilata delle maschere tradizionali del Carnevale di Ottana Associazione Merdules Bezzos de Otzana
21:00 "Tra Medioevo e Rinascimento: la Luna di Dante e la Luna di Galileo" Gian Nicola Cabizza
21:30 "Il Sardina Deep Space Antenna di San Basilio nelle future missioni lunari" Noemi Iacolina e Giuseppe Valente (ASI)
22:00 Spiegazione e osservazione del cielo con i telescopi Associazione Astrofili Sardi


Foto: -

ULTIME NOTIZIE

case e terreni