Alghero: bomba d'acqua e allagamenti in città - Conoci: "Chiederemo lo stato di calamità naturale"

-
  Sono piuttosto consistenti i danni provocati dal violento temporale che si è abbattuto mercoledì scorso sulla città e in particolare nelle zone periferiche di Carrabufas e Surigheddu. Maltempo che ha provocato anche danni diffusi in città, come l'allagamento di garage, attività commerciali, e la fuoriuscita di liquami fognari.

  Danni anche nell'agro con diverse abitazioni scoperchiate, allagamenti delle compagne e ingenti danni alle colture. Sono segnalati anche danni alla rete elettrica. Sono intervenuti i vigili del fuoco la polizia municipale di Alghero, la protezione civile comunale, l'Enel, la polizia e i carabinieri. "Vere e proprie “bombe d’acqua”, non hanno dato tregua alla nostra città". Il preoccupato commento del sindaco Mario Conoci .

  "Oltre alla tromba d'aria che si è abbattuta sulle campagne registriamo il ripetersi delle stesse problematiche da decenni: Lungomare Barcellona e il Lido. Tutto il sistema della Protezione Civile comunale, i collaboratori comunali, dalle manutenzioni, ai Vigili, ai Barracelli e agli altri volontari, con anche i Vigili del Fuoco e tutte le altre Forze dell’Ordine, stanno intervenendo nell’emergenza con un impegno davvvero encomiabile.

  Servono però interventi strutturali d’emergenza rapidi - ha aggiunto Conoci - anche perché nessun sistema fognario può reggere un simile impatto. Prendiamo anche atto dei danni per chiedere la dichiarazione dello stato di calamità naturale "