Alghero: dossier del WWF sulla spiaggia di via Lido

-
Il Wwf ha inviato al Sindaco di Alghero, all’Assessore all’Ambiente di Alghero, al Dirigente del Settore Ambiente del Comune di Alghero, al Comandante della Guardia Costiera di Alghero, al Comandante della Base Logistico Operativa Navale del Corpo Forestale e V.A. di Alghero e al Comandante della Compagnia Barracelli di Alghero un dossier dal titolo “Incuria in spiaggia”. Esso è stato redatto per la spiaggia cittadina di via Lido di Alghero e vuole porre all’attenzione delle istituzioni e dell’opinione pubblica i segni dell’incuria. La spiaggia, ed in particolare quella all’interno della città, è un bene comune che deve essere curato e tutelato tutto l’anno.

“Si è convinti - ha dichiarato Carmelo Spada delegato del Wwf Italia per la Sardegna - che la collaborazione tra associazioni, cittadini e istituzioni possa contribuire a contrastare gli atti degli incivili che deturpano il nostro patrimonio ambientale”. Il dossier è costituito da una cospicua documentazione fotografica che inizia dalla spiaggia di San Giovanni sulla quale si è riscontrato accanto all’incannicciato, messo in opera nell’autunno scorso, un rotolo di canne abbandonato o vandalizzato, mentre nella spiaggia di via Lido, si è riscontrato una porzione di muretto e un cartello rovesciati; blocchetti di calcestruzzo abbandonati sulla sabbia, barattoli, un bidone verde con rifiuti vari, un bustone di bottiglie, uno stendipanni arrugginito e altri barattali ricolmi di rifiuti vari.

“E’ inaccettabile che in una spiaggia all’interno della città ci possano essere situazioni del genere per colpa di pochi incivili, siamo certi che le istituzioni risponderanno prontamente per rimuovere tale situazione di incuria” auspica il rappresentante dell’associazione del Panda per la Sardegna.