Ambiente

Stampa Diminuisci carattere Aumenta carattere

Giovanissimi a scuola di ambiente: iniziativa del Ceas Montalbo di Lodè

  Si è svolto nella Sala consiliare di Torpè, gremita di bambini delle Scuole primaria e secondaria di 1° grado dell'Istituto Comprensivo “Eleonora d'Arborea”, un seminario incentrato sulla prevenzione degli incendi boschivi, curato dal CEAS Montalbo di Lodè con il patrocinio del Parco di Tepilora e con la collaborazione del Comune e del CEAS di Torpè, del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale e di Agenzia Forestas.

   Accompagnato dall'esposizione della mostra fotografica “Parco di Tepilora” nata con l'intento di far conoscere ai visitatori le peculiarità, le bellezze e le curiosità del Parco, il seminario è stato introdotto dal sindaco Omar Cabras che ha ricordato l'importanza di questo territorio riconosciuto come Riserva di Biosfera dall'Unesco grazie anche alla presenza del “giovane” Parco di Tepilora, due ragioni in più per avere un maggiore riguardo nei confronti della natura.

   A seguire, il personale del CEAS ha presentato in lingua sarda il film-documentario “Il bosco e l'incendio”, prodotto dall'Associazione Adotta un Albero Onlus, nato con l'intento di sensibilizzare gli alunni ed anche l'opinione pubblica su questa grossa piaga che afflige da anni la Sardegna. A seguire, si è svolto l'incontro-dibattito degli alunni con l'Ispettore Capo Melchiorre Pala e l'Assistente Davide Pische della Stazione di Lula del CFVA e con Gianfranco Ladu di Agenzia Forestas, che hanno spiegato il loro fondamentale ruolo per la tutela e l'educazione ambientale del territorio.

   Gli argomenti trattati durante la mattinata hanno ruotato attorno alla conoscenza del territorio per promuoverne soprattutto il patrimonio naturale, alla prevenzione degli incendi boschivi e ai danni da essi causati, alla conoscenza del fuoco e ai comportamenti da adottare in caso d’avvistamento incendio, ma anche alla conoscenza degli enti preposti all'azione di prevenzione, lotta attiva e investigativa, in poche parole all'organizzazione che regola l'intera attività antincendio, svolta in sinergia dalle diverse componenti: C.F.V.A., Agenzia Forestas, Protezione Civile, Vigili del Fuoco e Compagnie Barracellari.

   Non sono mancati i riferimenti agli ultimi incendi nel territorio di Torpè, al logorio dei terreni e ai conseguenti problemi legati ai dissesti idrogeologici, con un chiaro riferimento alle recenti alluvioni che hanno causato notevoli danni all'area del comune torpeino, nonché ai problemi legati all'abbandono dei rifiuti e all'inquinamento delle terre e delle acque. L'assemblea si è rivelata decisamente partecipata, con tantissime domande rivolte ai due importanti enti territoriali. Tante le curiosità suscitate nei bambini: dalla grandezza del Parco di Tepilora a quali tipi di pena si incorre in caso di reati ambientali, dalle cause scatenanti degli incendi alle competenze dei due enti territoriali. Unanime il giudizio finale: questo tipo di incontri risultano essere altamente formativi per la creazione di nuove coscienze ambientali e creano condizioni di maggiore collaborazione tra gli attori locali. Ed insieme già si ragiona per altre attività e futuri interventi incentrati sulla prevenzione e tutela ambientale.

Foto: -

ULTIME NOTIZIE

case e terreni