Proteggere il Made in Italy con "Insieme si vince"

Da qualche giorno è partita la campagna di informazione e sensibilizzazione “Insieme si Vince operata dalla naturalista Nadia De Santis ideatrice di Wine App, e già diverse aziende sarde hanno aderito con grande entusiasmo. L’iniziativa ha la finalità di incentivare e promuovere il Made in Italy specialmente del comparto vitivinicolo con l’obiettivo di far risparmiare tempo e risorse, rispettando l’ambiente.  Il progetto nasce dalla presa di coscienza del periodo particolare che stiamo vivendo, tra cambiamenti climatici in atto da una parte e la presenza della pandemia di coronavirus dall’altra, che ci segneranno per tutta la vita e ci insegneranno l’importanza di affrontare insieme queste difficili problematiche. 

 Tre hashtag riassumono l’iniziativa.

 #restiAMOacasa, non solo per fare del bene a noi stessi e al prossimo ma anche all’ambiente. Approfittiamo del tempo a disposizione per stare a tavola in famiglia, parlare e ascoltare, fare una spesa a km0, cucinare e abbinare ai gustosi piatti una buona bottiglia di vino. Il vino come caledoscopio della tavola che racconta terroir, luoghi, storia, ambiente, tradizioni e cultura. Probabilmente dopo questo periodo cambieranno molte delle nostre abitudini che saranno più virtuose con risvolti positivi per tutti. 

#lunionefalaforza Se da una parte le aziende aderenti propongono azioni uniche con l’obiettivo di coccolare gli amanti del vino, dall’altra i cittadini possono scegliere e sostenere il Made in italy di eccellenza e qualità e contribuire al bene comune. Specie in questo periodo dove nelle vigne vi è stata anche una improvvisa gelata che ha bruciato le gemme, creando seri problemi per il prossimo raccolto. Prima degli avvenimenti mondiali, secondo i dati dell’ultimo “rapporto sul turismo enogastronomico italiano” l’enoturismo è in forte crescita, specie quello italiano in quanto legato ad un tipo di turismo “esperienziale”. La ripresa dei wine tour in Sardegna può favorire la riscoperta delle bellezze e della cultura di questo territorio.  

#laterraènellenostremani. Anche in questo difficile momento le tecnologie online ci vengono in aiuto e ci permettono di navigare comodamente da casa consentendoci di informarci sui futuri percorsi enogastronomici, interfacciandoci con le aziende, così da poter ricevere il vino a casa e non solo. Tutto a portata di mano. Le aziende che ad oggi hanno aderito possiedono vitigni e prodotti caratterizzanti la cultura ed il territorio di appartenenza e che da anni si impegnano nel percorso di sostenibilità: sono le Tenute Olbios di Daniela Pinna (Olbia), la Tenuta Muscazega di Laura Carmina (Luras), la Cantina Tani di Angelica e Roberta Tani (Monti), la Cantina Nuraghe Crabioni di Alessandra Segnene (Sorso), la Cantina Sorres di Laura e Delia Fiori (Sennori) le Tenute Shardana di Daniela Giordo(Sassari), l’Accademia Olearia Tenute Fois della famiglia Fois (Alghero), l’azienda Gostolai di Tonino Arcadu (Oliena), Mura è Lughe di Valentina e Remo Caddeo (Dualchi), la Cantina Antonella Corda di Antonella Corda(Serdiana) e Vini Apuani di Roberto Castagnini della Toscana. 

Per conoscere le loro proposte tutti insieme vi invitiamo a visitare il portale wineapp.it scaricando gratuitamente l’applicazione Wine App o contattare nadia@wineapp.it. Si ha tempo fino al primo maggio per usufruire delle proposte esclusive e dei regali offerti delle aziende aderenti. Wine app a nome di tutte le aziende augura a tutti una serena Pasqua in compagnia di un buon calice di vino affinchè si possa brindare alla salute e ripartire perché “Insieme si vince”