Auchan vende, Conad compra: 370 dipendenti a casa - Energie per l'Italia chiede l'intervento della Regione

Pareva nei mesi scorsi, un falso allarme quello che paventava la possibile perdita del posto di lavoro a circa 370 dipendenti ( su 740) del gruppo GDO AUCHAN a seguito della vendita al gruppo CONAD. Passaggio che avverrà presumibilmente entro il 30 Dicembre 2020. Invece oggi il sospetto inizia a far strada alla realtà , afferma Tore Piana a nome del movimento politico Energie Per L’italia, “ i lavoratori di AUCHAN a oggi non san

no quale sarà il loro destino, dopo l’acquisizione di Auchan da parte di CONAD che rischiano di rimanere senza lavoro”. Sono sconfortanti le notizie che arrivano da Roma dopo la riunione al Ministero dello Sviluppo Economico con le parti sindacali Nazionali alla presenza del sottosegretario Todde e del Vice capo di Gabinetto Sori al, dove si è discusso l’aggiornamento del Piano Industriale presentato dalla CONAD, dove si afferma una inversione netta di gestione rispetto a AUCHAN che pare producesse perdite consistenti e dove si prevede una probabile consistente riduzione del personale ,oggi in forza a AUCHAN in Sardegna.

La Sardegna ha già pagato un altissimo prezzo in tutti questi anni , con la conseguente chiusura di centinaia di piccoli esercizi commerciali di centinaia di posti di lavoro, a causa di una forse eccessiva apertura e concentrazione di ipermercati della Grande distribuzione Organizzata. Oggi, continua Tore Piana, non possiamo assolutamente permetterci in Sardegna, che la GDO in tutta tranquillità possa procedere a licenziamenti o ridimensionamenti della forza lavorativa . Ora intervenga la Regione e faccia sentire con forza la propria voce a salvaguardia dei lavoratori, oggi vi è anche la necessità di normare legislativamente la presenza della GDO in Sardegna che oltre ai lavoratori , salvaguardi anche tutte le produzioni del sistema produttivo Sardo per trovare sbocchi commerciali all’interno dei supermercati stessi, conclude Tore Piana.