Milis: anche l'agnello con i vini novelli

L’Agnello di Sardegna Igp, uno delle quattro filiere di qualità certificata promosse dal progetto Originum, sarà a Milis sabato prossimo, all’interno di una delle tappe del progetto stesso (inserita nella rassegna dei vini novelli di Sardegna), che vede il consorzio protagonista assieme al Consorzio del Carciofo Spinoso Dop, dell’Olio Extravergine di Oliva di Sardegna Dop e dello Zafferano di Sardegna Dop, in un’opera di promozione, e creazione di occasioni di sviluppo economico. 

Una partecipazione, quella del Contas, che segue quelle tenutesi a Porto Cervo e alla Fiera internazionale di Anuga 2019, a Colonia in Germania, attraverso le quali si è già potuto sperimentare quella che il Consorzio dell’Agnello di Sardegna ha definito “la chiave per dimostrare che uniti si può solo vincere – spiega il Presidente del Contas Battista Cualbu -, cosa non scontata per la nostra terra che dalla base di una solida collaborazione tra enti, soprattutto in questo caso, tra realtà produttive che raccontano interi territori, possono nascere importanti occasioni economiche”. 

A Milis, a partire dalle 10,30 a Palazzo Boyl, durante l’evento Originum, sarà l’occasione di discutere di “destinazione Sardegna”, mercati, marketing territoriale, per poi passare alle dimostrazioni in cucina e infine all’incontro con i portatori d’interesse (buyer, broker e giornalisti). “La strategia del Contas negli ultimi anni è stata anche quella di puntare a rafforzare l’idea che solo presentandoci al mondo possiamo arrivare ad avere migliori possibilità – spiega invece Alessandro Mazzette, direttore del Contas -. Abbiamo puntato molto sulle fiere e sui momenti di promozione, ma consideriamo ancora più importante il non essere soli in questo cammino e la partnership che si è creata all’interno di Originum ci da la possibilità di camminare assieme. Un segnale per i mercati esterni che incoraggia a puntare sui nostri prodotti”.