I Soroptimist Club di Sassari in prima linea contro la violenza sulle donne - La Questura di Sassari diventa "Orange"

-
  Il Soroptimist Club di Sassari, in collaborazione con la Questura di Sassari, sostiene la campagna internazionale “Orange the World” promossa da UN Women, ente delle Nazioni Unite per l’uguaglianza di genere e l’empowerment femminile, impegnato nella lotta contro ogni forma di discriminazione e violenza contro le donne. Come ogni anno, l’arco di 16 giorni che va dal 25 novembre - Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne– al “Soroptimist day” del 10 dicembre, - Giornata internazionale per i diritti umani -, tutti i Club Soroptimist si impegneranno a realizzare iniziative e azioni di sensibilizzazione utilizzando in tutta la comunicazione il colore arancione, simbolo di un futuro senza violenza di genere. 

  La facciata della Questura di Sassari si illuminerà di arancione dalle 17.30 alla mezzanotte del 25 novembre proprio per rappresentare che esiste in città un luogo sicuro a cui tutte le donne vittime di soprusi e violenza possono rivolgersi per ricevere tutela. E’ questa una collaborazione di lunga data, se si pensa che dal 2016 la Questura ospita una “stanza tutta per sé”, per l’audizione della donna che denuncia atti persecutori, maltrattamenti, stalking e ogni altro atto violento, offrendo un ambiente protetto e dedicato che tende a un approccio meno traumatico con gli investigatori e a trasmettere una sensazione di accoglienza della persona con particolare attenzione per le sofferenze subite. Inoltre, in collaborazione con CRAI e gli altri club della Sardegna, il Soroptimist Club di Sassari ha promosso un’ulteriore attività di sensibilizzazione. Nelle giornate 25-27 novembre in tutti i supermercati CRAI verranno distribuite delle shopper per la spesa con la scritta “Non è AMORE. Basta violenza sulle donne”.