Nelle scuole superiori è emergenza per il personale ATA

-
  Il Coordinamento dei Presidenti di Consiglio di Circolo e d’Istituto della Regione Sardegna esprime preoccupazione per la situazione contrattuale dei docenti e dei collaboratori ATA amministrativi, tecnici e ausiliari statali degli istituti e scuole di istruzione primaria e secondaria, delle istituzioni educative e degli istituti e scuole speciali statali in extra organico per l’emergenza Covid-19. Dal 1 gennaio 2022, senza provvedimenti normativi da emanare con urgenza, 30 mila collaboratori amministrativi e scolastici e 20 mila docenti, rischiano di trovarsi a casa. Pur essendo in numero notevolmente inferiore a quello messo in campo dal precedente governo, queste donne e questi uomini hanno prestato un servizio indispensabile all’interno degli istituti scolastici; servizio fondamentale per la gestione quotidiana degli ingressi e delle uscite scaglionate, pulizie costanti e accurate, controllo documentazione dettate dalla situazione emergenziale ancora in atto. Il Coordinamento auspica che si pongano in essere tutte le iniziative legislative volte alla prosecuzione dell’attività lavorativa, almeno sino alla fine dell’anno scolastico 2021/2022