Da Cagliari a Palau “La Verità sulla Droga” dei volontari di Mondo Libero

-
  Non conosce soste la prevenzione dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Sceintology della Sardegna che anche questa settimana li vedrà impegnati in ben 5 diverse località. Stavolta saranno i volontari di Cagliari, Olbia, Nuoro, Palau e Oristano a distribuire qualche migliaio di libretti informativi sugli effetti causati dalle droghe.

  La verità su tutte le droghe, anche quelle che molti non considerano tali, come la marijuana e l’alcol o l’abuso di farmaci prescritti e antidolorifici che sono da considerare delle vere e proprie droghe “legali” per gli effetti devastanti che causano quando se ne fa abuso. Affrontare l’emergenza sanitaria legata al coronavirus è dura per chiunque. La quarantena forzata è quanto di più lontano ci sia dalla vita cui eravamo abituati. Per un ragazzo costretto a casa dalla Didattica a Distanza significa non avere più i contatti quotidiani indispensabili per socializzare. Facile in questo contesto cercare “soluzioni alternative” di evasione attraverso l’Web, dove si trova di tutto, con la garanzia dell’anonimato e consegnato a domicilio in 24/48 ore.

   La corretta informazione è, dunque, la priorità assoluta per prevenire che i giovani cadano nell’errore della “prova” che qualche “amico” consiglia per “aiutarlo” ad uscire dalla triste realtà in cui si trova. “Avrei detto qualsiasi cosa pur di vendere la droga – ha dichiarato un tossicodipendente ospite in una comunità di recupero ai volontari – in quel momento l’unico obiettivo era procurarmi i soldi per la mia dose. E sapevo bene che stavo dicendo bugie e che lo stavo portando in un mondo schifoso. Ma mi sentivo tranquillo perché non lo stavo certo obbligando io a prenderla”.

   Parole agghiaccianti che lasciano capire quanto siano inesistenti i valori all’interno del mondo della droga. “L’arma più efficace nella guerra contro la droga è l’istruzione” scriveva il filosofo L. Ron Hubbard. I volontari ispirandosi alle sue parole continuano con l’unica azione possibile nelle loro mani: ISTRUIRE. Alle Forze dell’Ordine l’indispensabile compito di reprimere la malavita che si alimenta sulla pelle dei giovani, ai volontari quello di renderli consapevoli dei rischi che corrono, prima che arrivino gli “amici” con le loro bugie. Info: www.noalladroga.it   www.cagliariliberadalladroga.com