Strage di Bologna. Perantoni: le spinte reazionarie sconfitte ma solo la verità può onorare le vittime

-
  “Le spinte reazionarie e violente che hanno a lungo attraversato l’Italia sono state sconfitte, nonostante abbiano lasciato il nostro Paese profondamente ferito. Oggi piangiamo le vittime del 2 agosto 1980 e ci stringiamo alla città di Bologna, consapevoli che solo la verità sui responsabili e sui mandanti può onorare quelle vite e fiduciosi perché, nonostante il tempo trascorso, molti elementi di novità stanno emergendo grazie all’incredibile e incessante lotta delle Associazioni dei familiari e della magistratura”. Così Mario Perantoni, presidente della Commissione Giustizia di Montecitorio.