Castelsardo: ora "Miao" ha la sua colonia felina

Con la sterilizzazione delle prime tre gatte, ha ufficialmente preso il via in Città, la “colonia felina” riconosciuta dal Comune di Castelsardo, che ha preso il nome di “Consultorio”, considerato che fa capo alla zona circoscritta proprio nei quartieri attorno alla piazza centrale. La colonia, composta da nove animali, tra gatte e gatti, ha quattro volontarie responsabili: Maria, Francesco, Susanna e Patrizia che, sostenute dell’Assessore alle politiche ambientali Roberto Fiori, hanno presentato richiesta di riconoscimento. Il Comune, dopo averla riconosciuta ed autorizzata, ha presentato comunicazione al Servizio Veterinario dell’ASSL di Sassari. La colonia felina, come previsto dalla normativa, è costituita da un gruppo di gatti vaganti, che vive stabilmente in un luogo pubblico o aperto al pubblico.

Le persone che si occupano della nutrizione e della cura degli animali sono privati cittadini, o appartenenti ad associazioni di volontariato, mossi unicamente dal grande amore verso questi animali e non sovvenzionati in alcun modo da denaro pubblico. Il servizio veterinario della ASSL, invece, provvede alla sterilizzazione gratuita dei componenti la colonia felina e fornisce assistenza sanitaria quando necessario, con farmaci, però, a carico dei responsabili delle colonie. L'unico modo per combattere il randagismo dei gatti è, perciò, quello di riconoscerli in “colonie feline” visto che la Legge Regionale nr. 21 del 1994, contempla solamente la lotta al randagismo del cane. Le responsabili della colonia, dopo preventivi accordi tra il Comune e l’ASSL, si sono recati alla Clinica Veterinaria dell’Università di Sassari, dove si è provveduto alla sterilizzazione delle prime gatte che, dopo la convalescenza ed una cura a base di antibiotici, sono state reintrodotte nel loro habitat naturale.

Il Sindaco Antonio Maria Capula dichiara: “L’istituzione di quest’altra colonia felina nella nostra Città è un esempio di civiltà, che ci consente di accedere al programma di sterilizzazione dell’ASSL di Sassari. Le volontarie responsabili sono un esempio concreto di impegno civico. Auspichiamo che sia d’impulso per nascita di altre colonie, in diverse zone della nostra Città, grazie anche alla creazione dell’associazione Zampette Felici che, attivamente, sta cercando di prendersi cura degli animali randagi della nostra Città”.