Attualità

Stampa Diminuisci carattere Aumenta carattere

Elisabetta Secci nella giunta nazionale Donne Impresa della Coldiretti

  Le donne sono sempre più protagoniste nel mondo agricolo. In Sardegna, secondo i dati di Unioncamere elaborati da Coldiretti, sono 7.962 su 34.589, pari al 23%. Ma il dato sardo aumenta se ci riferiamo ai mercati, agli agriturismo e alle fattorie didattiche e sociali di Campagna Amica dove sfiorano il 40% per cento dei produttori. Le donne, infatti, sono protagoniste insieme ai giovani della nuova agricoltura che investe sempre di più nella multifunzionalità e innovazione dove sperimentano in campo agricolo nuovi servizi.

  Riescono a coniugare la sfida con il mercato ed il rispetto dell’ambiente, la tutela della qualità della vita, l’attenzione al sociale, a contatto con la natura assieme alla valorizzazione dei prodotti tipici locali e della biodiversità diventando protagoniste in diversi campi. E’ quanto emerge da un’elaborazione di Coldiretti Sardegna su dati Unioncamere in occasione della Giornata mondiale delle donne rurali che ha visto l’elezione a Palazzo Rospigliosi a Roma di Monica Merotto, allevatrice di bovini Limousine e produttrice di olio e vino in Toscana, come nuova responsabile nazionale di Donne Impresa Coldiretti la maggiore associazione femminile di categoria.

  Al suo fianco, nella Giunta, ci sarà la sarda Elisabetta Secci, titolare dell’azienda Donne rurali di Villamassargia dove oltre a coltivare ortaggi conduce una fattoria didattica. Elisabetta Secci, responsabile regionale di Donne Impresa, rappresenterà tutte le regioni d’Italia, insieme alle due vice presidenti Rita Licastro, olivicoltrice della Calabria e Chiara Bortolas coltivatrice di ortaggi in Veneto oltre a Wilma Pirola dalla Lombardia, Cristina Adelmi dalla Liguria, Margherita Scognamillo dalla Sicilia, Floriana Fanizza dalla Puglia e Antonella Di Tonno dall’Abruzzo.

Foto: -

case e terreni

ULTIME NOTIZIE

METEO

meteo

Meteo Alghero

Temperatura: 11°C

Previsioni per i prossimi giorni