Porto Torres: alimentari chiusi di domenica

Il sindaco di Porto Torres Sean Wheeler ha firmato oggi un’ordinanza contingibile e urgente contenente diverse misure di contenimento del virus Covid-19. Tra le novità, la chiusura domenicale e durante i festivi delle attività di vendita di generi alimentari. Per quanto riguarda le attività commerciali, in linea generale saranno autorizzate all’apertura esclusivamente quelle di vendita in generi alimentari e di prima necessità, individuate nell’allegato 1 e 2 del Dpcm dell’11 marzo, sia negli esercizi di vicinato sia negli esercizi commerciali della media e grande distribuzione. Come previsto sempre dal decreto, i centri commerciali dovranno consentire l’accesso esclusivamente alle suddette attività. In ogni caso, a far data da oggi, le attività di generi alimentari dovranno osservare la chiusura nella giornata di domenica e durante i festivi. 

L’ordinanza dispone inoltre il divieto di spostamento sia all’interno del territorio comunale, sia in entrata e in uscita da Porto Torres. Le uniche deroghe saranno concesse per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, per motivi di salute o per il rientro nel proprio domicilio. Tutti coloro che si sposteranno dalla propria abitazione dovranno in ogni caso esibire alle forze di polizia e di vigilanza l’autocertificazione. 

Per l’approvvigionamento di generi alimentari, acquisto di farmaci o, per esempio, recarsi nelle campagne dove si detengono animali, sarà consentito lo spostamento di un solo componente per famiglia. Viene inoltre disposto il divieto di passeggiate e della pratica sportiva all’aperto, sia nelle aree verdi aperte sia lungo la pista ciclabile. Saranno inoltre chiuse le aree cani: gli amici a quattro zampe potranno essere portati per le esigenze fisiologiche nel raggio di massimo trecento metri dalla propria abitazione. La Polizia Locale e le forze dell’ordine controlleranno il territorio per garantire il rispetto delle regole. I trasgressori saranno denunciati per il reato di cui all’articolo 650 del codice penale.