San Teodoro Jazz: in piazza Gallura il sax di Logan Richardson

-
  Giro di boa in Gallura per il festival SanTeodoro Jazz, appuntamento musicale dell’estate isolana in scena fino a domenica a San Teodoro, organizzato dall’omonima associazione culturale con la direzione artistica del clarinettista teodorino Matteo Pastorino. Oggi venerdì 3 settembre la manifestazione vivrà uno dei suoi appuntamenti più attesi: alle 21 le stelle del cielo teodorino illumineranno quello che è un vero e proprio astro nel firmamento musicale internazionale, il sassofonista statunitense Logan Richardson, sul palco di piazza Gallura con un ensemble d’eccezione composto da Igor Osypov alla chitarra elettrica, Joe Sanders al contrabbasso e Gregory Hutchinson alla batteria. Classe 1980 e originario di Kansas City, Richardson è considerato uno dei sassofonisti più influenti e originali degli ultimi anni, capace di segnare un nuovo corso nella storia del jazz contemporaneo. La sua visione musicale e il suo suono hanno ispirato nuove generazioni di musicisti, e il chitarrista Pat Metheny l’ha definito “senza dubbio uno dei migliori sassofonisti della sua generazione, dotato di una impressionante visione artistica."

   Dopo lo straordinario debutto in casa Blue Note con l’album “Shift”, che vede al suo interno la presenza proprio di Metheny, e altri fuoriclasse del genere come Jason Moran, Harish Raghavan e il batterista Nasheet Waits, e i suoi ultimi due dischi “Blues People e “Afrofuturism”, Richardson torna in Europa con un progetto inedito, affiancato musicisti superlativi, tra i massimi esponenti del loro strumento a livello internazionale. Un doppio appuntamento caratterizzerà la giornata di sabato 4 settembre: alle 21 aprirà gli appuntamenti musicali di piazza Gallura il progetto “Jumaan” del batterista Juri Altana, mentre alle alle 22 il festival ospiterà il progetto “Nuages” del contrabbassista pugliese Mauro Gargano, per una prima assoluta in Italia. Tutti i concerti saranno a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria attraverso la piattaforma online eventbrite.it per accedere a ogni evento sarà necessaria l’esibizione del green pass. I posti a sedere saranno limitati e distanziati, nel rispetto delle norme anti-covid.Maggiori informazioni nei canali social del festival e attraverso il sito www.santeodorojazz.com. A San Teodoro sarà possibile sottoporsi a tampone molecolare o antigenico presso: La Piazzetta, 27 Località Puntaldia > cell. +393517715577 | I.Ci.Mar, Località Niuloni > cell. +393389212214

   Dal primo al 30 Settembre a San Teodoro verranno allestite due mostre fotografiche, curate dal Museo delle Maschere Mediterranee di Mamoiada: “La Quotidianità del mito” di Salvatore Ligios, nell'Ufficio Turistico in Piazza Mediterraneo, e “Mamoiada 1960” di Franco Pinna, nei ristoranti La Mesenda & VerdeAcqua. In piazza Mediterraneo, inoltre, nelle serate del 2, 3 e 4 settembre verrà proiettato il video “Maschere e storia del San Teodoro Jazz”, in collaborazione con i fotografi Roberto Sanna e Paolo Addis e il Museo delle Maschere Mediterranee di Mamoiada. San Teodoro Jazz è organizzato dall’Associazione Culturale San Teodoro Jazz con il patrocinio e supporto del Comune di San Teodoro. Oltre al Museo delle Maschere Mediterranee di Mamoiada, tanti i partner e le collaborazioni, tra le quali brand g015, Piccola Libreria Giardino-Mondadori Point San Teodoro, I.Ci.Mar, il Gallo Blu, Ristorante La Mesenda, Ristorante VerdeAcqua, Hotel Al Faro, Hotel Stella Marina, Sardinia BestPrice, VideoFofo Design, Gmn Print, Luka Mura, Amici Miei Paris, Ristorante Lu Brutoni, La Posta Art-Bistrot, Pizzeria In Grano, Maninpasta, Mousiké Live e Bnb Francy.