Alghero: i "Risvegli" di Mauro Uselli diventano itineranti - Ad Aglientu, Porto Torres e Sassari

-
  Si sta svolgendo in questi giorni ad Alghero, nella chiesetta di Sant’Agostino vecchio, nel quartiere della Pietraia, la rassegna dei “Risvegli musicali”, ideata, diretta e musicata dal flautista e maestro algherese Mauro Uselli. I “Risvegli” fanno parte di un lavoro musicale ispirato al periodo londinese che l’artista ha trascorso nella Big Town of musical art. Uselli, memore dei suoi “Breakfast concert” ha portato ad Alghero la versione rivisitata della rassegna. Concerti dal vivo al mattino, ispirati alla musica intima, mistica e rilassante.

  Musica frutto di un lavoro introspettivo che fonde sapientemente il carattere terapico e curativo del sonoro contestualizzato in ambienti che ne amplificano l’essenza. Uselli infatti ha voluto dislocare i suoi concerti nelle location cittadine meno frequentate ma cariche di valore e identità storiche. Per questo motivo i suoi Risvegli proprio in questi giorni hanno preso vita nella chiesetta di Sant’Agostino vecchio. I brani scelti per i concerti non sono pezzi scritti per flauto dagli autori ma sono composizioni per cembalo e liuto trascritti per flauto dal maestro Mario Folena: “Les Baricades Misteriouses” di Francois Couperin,” Suite in G Maior”e “Allemande from Partite” di Sylvius Weiss, “Praludium” e , Sarabande Double di J.Sebastian bach, “Suite in C Maior” di Dietrich Buxtehude, “Allemande from Partita” C.Ph.E Bach.

  Brani di autori che hanno fatto la storia della musica classica barocca e altri che anticipano il periodo romantico. Grande afflusso di turisti che si sono avvicinati nell’atrio della chiesetta di Sant’Agostino. Curiosi, turisti, residenti hanno potuto apprezzare la musica del maestro, i suoi virtuosismi, la personalità artistica e il suo modo originale di accogliere il pubblico. Il prossimo appuntamento è il 3 settembre nella Chiesa di San Francesco ad Aglientu, e sempre a settembre sono previste esibizioni per strumento solo, nella basilica di San Gavino a Porto Torres e nel Duomo di Sassari. Una stagione fortunata per il maestro che nonostante le restrizioni e le difficoltà logistiche legate alla sicurezza nei luoghi dei concerti, ha messo a segno un’ edizione partecipatissima come “Alghero in classica” e altri concerti live nello splendido chiostro di San Francesco ,nel cuore della città vecchia. “ Per me è sempre un onore suonare per la mia città; da diversi anni i “Risvegli musicali “sono seguiti , apprezzati e applauditi. Nonostante il mio lavoro mi traghetti verso nuovi lidi, cerco di restare ancorato alle mie radici e di trovare ispirazione laddove sono cresciuto sia come persona che come artista”.