Spettacolo

Stampa Diminuisci carattere Aumenta carattere

Anche in Sardegna le tradizioni del Natale dell'Europa dell'Est

  Il 15 e 16 dicembre a Bosa, Selegas e Guasila “CONOSCIAMOCI”: canti e musica popolare con gli artisti della Bielorussia e incontro con Nonno Gelo (il Babbo Natale Slavo) e sua nipote Nevina Un fine settimana all’insegna della cultura e tradizioni dall’Europa dell’Est, grazie all’arrivo in Sardegna di due artisti professionisti bielorussi: ULADZIMIR HINKO: Fisarmonica/voce musicista del Complesso Nazionale di Stato di Musica Popolare della Bielorussia ZHANNA PIVAVARAVA: voce solista di canto popolare I due artisti nei costumi popolari del loro paese presenteranno musiche e canti di tutta l’area dell’Europa Orientale e dell’area slava in particolare bielorussi, russi, ucraini, moldavi!

   Visto il periodo delle festività natalizie e di fine anno non mancherà la visita di Nonno Gelo (il Babbo Natale slavo) e sua nipote Nevina, i personaggi della tradizione slava che la notte del 31 dicembre portano i regali sotto l’albero che in quei paesi si chiama “Abete di Capodanno”. Una splendida occasione per tutti di conoscenza e scambio culturale all’insegna dell’arte e del viaggio nelle tradizioni dei popoli dell’Europa dell’Est. Gli incontri artistico/culturali si terranno: 1) 15/12/2018 Bosa ore 11:30 Sala Polivalente Manzoni in Corso Vittorio Emanuele, in collaborazione con il Comune di Bosa. Incontro aperto al pubblico con ingresso gratuito 2) 16/12/2018 Selegas ore 10:30 Casa per Anziani "Comunità Integrata Beato Fra Nicola” in collaborazione con il Comune di Selegas e la Cooperativa Sociale “Lago Nuraghe”.

   L’incontro è riservato agli anziani ospiti della struttura e loro parenti. 3) 16/12/2018 Guasila ore 15:30 Comunità Alloggio di Guasila Via Manzoni 15 in collaborazione con il Comune di Guasila e la Cooperativa Sociale “Lago Nuraghe”. Incontro aperto a pubblico con ingresso gratuito. A Selegas e Guasila la manifestazione sarà ulteriormente arricchita dalla partecipazione di Tatsiana Syravezhkina, musicista e docente di musica residente in Sardegna, che suonerà il “salterio bielorusso” (tsymbaly) strumento musicale simbolo del paese, e con la partecipazione straordinaria, inoltre, del Gruppo di Aggregazione Artistica “NOI-INSIEME” della Comunità Immigrata Russofona in Sardegna che presenterà i costumi tradizionali della diaspora.

   Gli incontri artistico-culturali “Conosciamoci” si tengono nell’ambito dei “micro-progetti qualificati in materia di integrazione degli immigrati non comunitari e sensibilizzazione della popolazione locale” della Regione Autonoma della Sardegna Assessorato degli affari generali, personale e riforma della regione - Unità di progetto ''Ufficio di coordinamento regionale per l'accoglienza migranti'' a cura dell'Associazione Cittadini del Mondo e con la collaborazione del Comune di Bosa, del Comune di Selegas, del Comune di Guasila, della Cooperativa Sociale Lago Nuraghe.

Foto: -

ULTIME NOTIZIE

case e terreni