Curiosità

Stampa Diminuisci carattere Aumenta carattere

In Sardegna con il traghetto: il miglior mezzo di trasporto

Oggi si può arrivare in Sardegna da qualsiasi aeroporto d’Europa in pochissimo tempo, utilizzando i tanti voli di linea disponibili. Sono ancora molti però coloro che preferiscono il traghetto, soprattutto in piena estate. Cerchiamo di vedere perché si tende a prediligere questo mezzo di trasporto.

Il costo del viaggio
Quando si va in vacanza ovviamente si deve anche considerare il budget che si ha a disposizione. Molti tra coloro che preferiscono il traghetto evitano l’aereo perché è in molti casi la soluzione più costosa per arrivare in Sardegna. Per una famiglia con figli un viaggio verso Olbia o Cagliari può essere un vero e proprio salasso, che porta a sborsare cifre molto elevate. Il traghetto invece, pur essere decisamente più lento, permette di fare un viaggio a costi ridotti, in questo modo ci rimarranno poi dei soldi da spendere nella vacanza, senza farci mancare nulla. Inoltre sono disponibili spesso offertissime online sui traghetti per la Sardegna da cogliere al volo, che consentono di risparmiare ancora di più. Spendere meno per il viaggio non è per forza una priorità, ma basta fare un semplice confronto per capire quanto tale atteggiamento sia il preferito di molti tra coloro che ogni anno vanno sull’isola per godersi lo splendido mare che la caratterizza.

Spostarsi in Sardegna
Sono molte le località della Sardegna che meritano una visita. A parte alcune tra le più belle spiagge del mediterraneo, sull’isola ci sono anche resti della sua antica storia, così come piccoli borghi e brandi città. Per potersi godere al massimo la Sardegna è importante potersi muovere in autonomia, con un’auto in modo da poter raggiungere qualsiasi meta si desideri. Sotto questo punto di vista arrivare in Sardegna in aereo è una scelta che porta con sé ulteriori spese, correlate alla necessità di noleggiare un’auto. Meglio quindi scegliere il traghetto, visto che il trasbordo si fa con il mezzo di trasporto proprio, auto, moto o caper che sia. Anche in questo caso le spese non sono neppure paragonabili, soprattutto se si sceglie il viaggio con una certa oculatezza e si prenota con anticipo.

Dove andare in Sardegna
La maggior parte di coloro che arrivano in Sardegna preferiscono scegliere una zona dell’isola, fermandosi in una località o facendo un tour di una parte circoscritta. Se si ha a disposizione meno di 2-3 settimane non è pensabile l’idea di fare un tour completo della Sardegna, a meno di perdersi gran parte delle bellezze presenti sull’isola. Meglio quindi selezionare la classica Costa Smeralda, oppure dirigersi a sud, verso Cagliari, preferire Alghero o anche la zona di Sant’Antioco. Ognuno ha poi le proprie preferenze per quanto riguarda la stagione o la zona da visitare; c’è chi arriva in Sardegna esclusivamente per il mare e chi invece arriva in pieno inverno per godere di tutte le bellezze dell’isola. Particolarmente interessanti sono gli itinerari da seguire in moto, che permettono di visitare il cuore più vero e autentico dell’isola. Le strade che collegano le varie località dell’isola cono facili da seguire e offrono paesaggi incomparabili.

Foto: traghetto Saremar

ULTIME NOTIZIE

case e terreni