Sardegna

Stampa Diminuisci carattere Aumenta carattere

Tessitura e design: cinque borse di studio per la scuola estiva di Samugheo

  Sardegna Ricerche finanzia cinque borse di studio per la partecipazione alla summer school internazionale di tessitura LUNA (Laboratorio Unico Nuove Attività), che si terrà a Samugheo (OR) dal 28 al 30 agosto 2019. La scuola è organizzata dall'associazione NAPAS, che cura la realizzazione di progetti culturali sull'arte tessile. NAPAS è stata fondata da Giuseppe Demelas, amministratore dell'azienda Mariantonia Urru, che da anni porta avanti un rilancio aziendale attraverso la riscoperta della tradizione e la rielaborazione dei prodotti in chiave contemporanea. La scuola, rivolta a venti allievi, promuove il dialogo tra designer e artigiani attraverso l'apprendimento e la pratica di tecniche tradizionali e la sperimentazione di linguaggi innovativi.

   L'obiettivo della summer school è fornire ai partecipanti le basi per la progettazione e la lavorazione di tappeti e tessuti. Le docenti sono le maestre tessitrici dell'azienda Mariantonia Urru, la designer Paulina Herrera Letelier, Angelika Rösner, docente di design della Hochschule Niederrhein - Università delle scienze applicate (Germania) e Miyako Hanashiro, professoressa di tessitura dell'Università delle arti di Okinawa (Giappone). Le borse di studio, del valore di 600 euro, coprono i costi di iscrizione alla summer school e di vitto e alloggio per i tre giorni di svolgimento delle lezioni, con pernottamento il 28 e 29 agosto. Per partecipare alla selezione c'è tempo fino alle ore 13:00 del 17 giugno.

   Il bando sarà presentato al pubblico giovedì 9 maggio, alle 17:30, alla Manifattura Tabacchi di Cagliari, alla conclusione del workshop “Quando il sapere artigiano incontra il design: tessitura, tradizione e design di progetto”, organizzato dallo Sportello proprietà intellettuale di Sardegna Ricerche nell’ambito di “Punti di frontiera”, il progetto che ha l'obiettivo di indagare, stimolare e sostenere i saperi tradizionali della Sardegna, in particolare quelli legati all'artigianato artistico. Il progetto Punti di frontiera è finanziato attraverso il POR FESR Sardegna 2014-2020, azione 1.2.2. Tutte le informazioni su Punti di frontiera e sui prossimi appuntamenti si trovano sul sito web di Sardegna Ricerche, all’indirizzowww.sardegnaricerche.it/sportelloproprietaintellettuale, insieme al bando e alla modulistica che saranno disponibili dalle 17:30 di giovedì 9 maggio. Per maggiori informazioni ci si può rivolgere allo Sportello Proprietà intellettuale di Sardegna Ricerche, referente Silvia Marcis (email: ipdesk@sardegnaricerche.it; tel. 070.9243.1).

Foto: -

ULTIME NOTIZIE

case e terreni