Al via la semplificazione delle procedure per l'impatto ambientale

-
  Con l’approvazione, nello scorso mese di febbraio, della Legge regionale 2 è stato disciplinato il Provvedimento unico regionale in materia ambientale (Paur), prevedendo, nel caso di progetti da sottoporre alle procedure di Valutazione di impatto ambientale regionale, il rilascio di un provvedimento comprensivo della stessa Via e dei titoli abilitativi ambientali da parte delle amministrazioni.

  “Un innegabile progresso in termini di semplificazione procedimentale – ha sottolineato l’assessore regionale della Difesa dell'ambiente, Gianni Lampis, dopo l’approvazione in Giunta regionale della delibera con gli indirizzi operativi in materia di Valutazione di impatto ambientale – Un potenziale volano per lo sviluppo di progetti nel territorio regionale, che assicura la massima tutela ambientale, garantita dalla valutazione unitaria dell’impatto dei progetti all’interno dello stesso procedimento. Viene così avviato un virtuoso percorso di semplificazione, destinato ad essere implementato, che rappresenta un’ulteriore garanzia di tutela unitaria e complessiva degli interessi pubblici”.

  “Le entrate derivanti dagli oneri previsti – ha aggiunto l’assessore Lampis – saranno destinate all'attività di valutazione delle istanze, anche mediante l’acquisto della dotazione tecnico-strumentale necessaria, a compensi incentivanti e alla formazione del personale impegnato nelle istruttorie in materia di valutazioni ambientali. Inoltre, i proventi delle sanzioni amministrative saranno destinati al miglioramento dell’attività di vigilanza, prevenzione, monitoraggio ambientale e verifica di ottemperanza alle condizioni ambientali. Nelle more della costituzione di un apposito Ufficio contenzioso presso il Servizio Via, sono attribuite al Corpo forestale la competenza in materia di irrogazione delle sanzioni e di gestione del contenzioso amministrativo”.

  “Sono contemplate anche semplificazioni per progetti o impianti alimentati da fonti di energia rinnovabile. Mentre, a breve, sarà implementato il Sistema informativo regionale ambientale per la digitalizzazione delle procedure ambientali. Infine, nella prospettiva di migliorare ulteriormente la qualità dell’attività relativa alle valutazioni ambientali, per i progetti rilevanti, per natura, complessità, ubicazione e dimensioni delle opere o degli interventi, il Servizio Via si farà promotore dell’istituzione degli osservatori ambientali”, ha concluso l’esponente della Giunta Solinas