Cappellacci: la ministra venga a vedere il centro di accoglienza di Monastir

-
  “Lamorgese è ministra ‘a sua insaputa’?” Così Ugo Cappellacci, deputato e coordinatore regionale di Forza Italia Sardegna commenta l’audizione del ministro dell’Interno in Commissione Affari Costituzionali sulla questione migranti. “Ha sempre fatto spallucce dinanzi alle nostre interpellanze, alle segnalazioni dei sindacati di Polizia e alle richieste di aiuto dei sindaci e ora, come se fosse una semplice opinionista e non la portatrice di pesanti responsabilità politica esce fuori con una semplice constatazione che durante il suo mandato il problema si è aggravato.

   Un’ammissione così grave dovrebbe essere seguita dalle dimissioni immediate da parte sua e dell’inconsistente ministro degli Esteri, tale signor Di Maio Luigi da Avellino. Mentre il ministro si limita a contemplare i numeri che aumentano – osserva Cappellacci- ed una situazione sempre più fuori controllo per il mancato rispetto da parte dei migranti delle disposizioni sulla quarantena, che invece sono state imposte agli italiani anche con l’uso della forza pubblica, i cittadini sono stati lasciati soli davanti al problema, insieme ai loro sindaci e alle forze dell’ordine. Lamorgese venga di persona a vedere che cosa succede in Sardegna nel centro di Monastir, parli con le donne e gli uomini che sono in prima linea e si renda conto del disastro che ha combinato insieme ai suoi amici grillini e del PD.

   Ancora più grave è l’ammissione secondo la quale gli annunci di una normativa più permissiva hanno incoraggiato gli arrivi, perché conferma che le scelte di questo Governo sono uno ‘spot’ per quell’immigrazione senza criteri e senza controlli, che nulla ha a che fare con l’accoglienza umanitaria e che alimenta lo sporco business dei trafficanti di persone umane e della malavita. La tecnica dello struzzo – ha concluso Cappellacci- ha fallito su tutta la linea. Non ci interessano i piagnistei ‘stile Fornero’: la politica è fatta di decisioni e di responsabilità. Vada a casa chi ha prestato il fianco all’immigrazione e si cambi subito linea politica"