Villanova Monteleone: l'opposizione non parteciperà ai lavori del consiglio

I consiglieri comunali del gruppo “Per Villanova” Vincenzo Ligios , Bastianino Monti , Salvatore Niolu e Cosetta Sanna, hanno diffuso una nota che riportiamo di seguito . "Mostrando di sottovalutare in modo preoccupante la grave emergenza che stiamo vivendo, il sindaco di Villanova Monteleone ha deciso di riunire il Consiglio Comunale questa sera lunedì 23 marzo, rigettando le mozioni presentate dalla minoranza “Per Villanova” che chiedevano di riunire l’assemblea in videoconferenza, di dare la possibilità a pubblico di assistere alla seduta tramite lo streaming sulle pagine istituzionali del Comune ma sopratutto di discutere misure straordinarie per l’emergenza Covid-19. 

 La proposta relativa alla videoconferenza e allo streaming, rifiutata dalla maggioranza, si basa sul Decreto Legge del 17 marzo scorso (art. 73), che incentiva le riunioni nei Comuni in modalità di videoconferenza, agevolandone la procedura, proprio per permettere ai lavori delle istituzioni nazionali di avvenire in totale sicurezza. Tanto più che, viste le ridotte dimensioni dell’aula consiliare e i 15 membri che dovranno prenderne parte, i limiti di distanza di sicurezza imposti dalle norme e dal buonsenso con tutta probabilità non saranno rispettati. Ma la mancanza di attenzione dell’amministrazione villanovese nei confronti della situazione critica che stiamo vivendo è evidenziata soprattutto dal fatto che è stata rigettata una terza mozione presentata dalla minoranza, che proponeva la discussione in Consiglio di misure straordinarie per l’emergenza Covid-19. 

In particolare, si suggeriva l’eventuale sospensione della tassazione comunale e l’istituzione di una convenzione con la protezione civile locale, per destinarle fondi speciali dedicati all’assistenza delle persone con più necessità. Anche questa mozione è stata respinta, per un cavillo legato al regolamento comunale, così il Consiglio di lunedì si limiterà ad affrontare questioni di bilancio. Vi è di più: all’interno di tale bilancio non compare alcuna voce legata alla situazione che stiamo vivendo, e in piena emergenza coronavirus, con i casi che si susseguono nel circondario di Villanova, niente fa intendere che l’amministrazione si stia occupando della questione, perché all’ordine del giorno non vi è niente al riguardo. In un momento come questo, soffermarsi ad interpretare i cavilli di decreti o dei regolamenti comunali la dice lunga su come le questioni urgenti siano passate in secondo piano, per lasciare pericolosamente spazio alla solita, ordinaria amministrazione. 

 Alla luce di queste considerazioni e con grande rammarico, il gruppo consiliare “Per Villanova” rinuncerà, in segno di protesta, a partecipare al Consiglio Comunale previsto per questa sera alle ore 19,00, prendendo atto che il Primo cittadino, e con lui la maggioranza consiliare, sottovaluta la grave emergenza in cui ci troviamo. Non molto tempo fa qualcuno paragonava la pandemia ad una semplice influenza. Il tempo, purtroppo, gli ha dato torto. Speriamo - concludono Vincenzo Ligios Bastianino Monti Salvatore Niolu e Cosetta Sanna -che il tempo dia torto a noi e che l’atteggiamento noncurante dell’amministrazione non abbia alcuna conseguenza sulla nostra comunità.