Alghero: approvato il bilancio di previsione

Pubblicata ieri la delibera con la quale la Giunta Conoci ha approvato il progetto di bilancio di previsione 2020-2022, con contestuale trasmissione dell’intero fascicolo sia ai consiglieri comunali che ai revisori dei conti. L’Amministrazione comunale vara un documento modulato per intervenire con incisività nell’emergenza, potenziando il sistema dei flussi economici al fine di immettere quanta più liquidità possibile nel sistema economico locale. 

“Le priorità sono quelle di dare tempestività ai pagamenti, di accelerare la liquidazione degli stati di avanzamento lavori alle imprese che hanno in corso opere pubbliche e di intervenire con immediatezza a favore di famiglie e utenti dei Servizi Sociali, oltre naturalmente alle risorse necessarie per affrontare l’emergenza sanitaria” spiega il Sindaco Mario Conoci.  

Alle iniziali criticità di bilancio derivanti dai sempre minori trasferimenti ai comuni, che avrebbero richiesto politiche economiche finalizzate a garantire maggiori entrate, al fine di assicurare i servizi essenziali ai cittadini, si è aggiunta l’emergenza sanitaria da Coronavirus e le prevedibili ricadute sul versante economico “che hanno indotto l’Amministrazione - spiega l’Assessore al Bilancio Giovanna Caria - in prima battuta, a cristallizzare le tariffe ed aliquote relative alle entrate comunali, confermandone gli importi senza procedere ad aumenti, ma con la possibilità, in seconda battuta, una volta che sarà più chiaro l’evolversi della crisi in atto, di una loro riduzione”. 

Già con una variazione di bilancio, attingendo dal fondo di riserva, è stato possibile prelevare 200 mila euro necessari a fronteggiare l’emergenza nell’immediatezza. Il recente decreto “Cura Italia” ha previsto inoltre diverse e ulteriori misure per il contenimento dell’emergenza sanitaria ed economica che necessariamente andranno ad incidere sul bilancio di previsione, all’indomani stesso della sua approvazione, compresa appunto la possibilità di ridurre le tariffe e le aliquote delle entrate comunali.  

Intanto è necessario affiancare le imprese per quanto più possibile e sostenere le famiglie, con gli sforzi che l’Amministrazione sta compiendo in questa fase nell’elaborare uno strumento che prevede le già menzionate misure di spostamento ai mesi successivi dei termini delle imposte per la Tosap e Cimp. La prima, la tassa per occupazione di suolo pubblico, in scadenza al 30 aprile ( 2° rata) è stata spostata al 30 novembre. La seconda, Canone Installazione Impianti Pubblicitari, in scadenza al 31 marzo, è stata spostata al 31 maggio. Si avvia ora il percorso con estrema celerità per arrivare in Consiglio comunale in tempi brevissimi per l'approvazione. 

“Siamo certi che tutto il Consiglio in questa delicata fase non si distinguerà tra maggioranza e opposizione – conclude Mario Conoci – ma agirà in emergenza con l'intento di dare certezze ai cittadini per la spendita immediata delle risorse disponibili”. In quest’ottica, infatti, i revisori dei conti, data la situazione di emergenza, si impegnano ad accorciare al massimo i tempi e formulaeranno il parere entro due giorni, nonostante la legge conceda loro 20 giorni di tempo.