Un segnale forte contro la disprassia: impegno dell'assessore

“La disprassia è un disturbo insidioso, se non diagnosticato e affrontato può avere significative ripercussioni sociali sull’individuo. Come Regione vogliamo dare un segnale forte attraverso il sostegno alle famiglie e intendiamo mettere in campo tutte quelle iniziative che possono informare i cittadini sul tema e sui trattamenti, puntando a migliorare la qualità della vita”.  

Lo dichiara l’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu, che oggi, a Cagliari, ha aperto i lavori del convegno “Disprassia: la visione come guida del sistema motorio. Identificare interpretare e capire”, organizzato dall’Associazione per piccoli passi Sardegna con il patrocinio della Regione. “Un disturbo – precisa Nieddu – che colpisce sei bambini su cento, una problematica da cui la Sardegna non è immune. La giornata di oggi è stata un’occasione per portare l’attenzione su un tema che riguarda tante famiglie del nostro territorio”.  

Secondo l’esponente della Giunta Solinas, “la grande partecipazione all’incontro odierno è un indicatore del fatto che l’interesse sul tema è alto. La diagnosi, specie quando associata ad altri disturbi dell’età evolutiva, non sempre è agevole e dietro i numeri che conosciamo si può nascondere un fenomeno ben più esteso”.