Politica

Stampa Diminuisci carattere Aumenta carattere

Applausi europei a Rackete e Zoffili si incazza

“Oggi Carola Rackete è stata accolta da una delirante standing ovation, prima del suo intervento al Parlamento Europeo. Quella stessa Rackete che, al comando della nave Seawatch3, come ho potuto verificare personalmente durante l’ultima missione della bicamerale Schengen a Lampedusa, ha schiacciato contro la banchina del porto siciliano una motovedetta della Guardia di Finanza, mettendo gravemente a repentaglio la vita del personale a bordo”. 

 Lo dichiara Eugenio Zoffili, deputato e Presidente del Comitato Bicamerale Schengen, Europol e Immigrazione. “Gli appalusi in Parlamento Ue – spiega Zoffili - costituiscono un episodio di gravità inaudita che, al di là delle divisioni politiche, chiama in causa i fondamenti stessi del nostro Stato di diritto. Mi aspetto presto la più inequivocabile presa di distanza dal triste tributo da parte in primis del titolare del Ministero per gli Affari Europei Vincenzo Amendola, affinché si ribadisca senza ipocrisia che le istituzioni sono sempre dalla parte di chi la legge la fa rispettare e non di chi la infrange. 

È quindi doveroso che il Ministro del Governo Italiano protesti ufficialmente a nome del nostro Paese nei confronti delle Istituzioni Europee che hanno permesso questo insulto al lavoro e all'alta professionalità delle centinaia di migliaia dei nostri uomini delle forze dell'ordine che quotidianamente si sacrificano per difendere i nostri confini. Se questa presa di posizione, doverosa e necessaria, non dovesse arrivare annuncio già ora che da presidente del Comitato Bicamerale Schengen, Europol e Immigrazione, proprio per il rispetto che dobbiamo ai nostri uomini e alle nostre donne in divisa, mi rifiuterò di presiedere l'audizione del Ministro Amendola in Comitato prevista per il prossimo giovedì alle 9 nei locali del Parlamento italiano a San Macuto”.


Foto: -

ULTIME NOTIZIE

case e terreni