Politica

Stampa Diminuisci carattere Aumenta carattere

Dramma ad Alghero - Monsignore colpito da un male incurabile: il delirio di onnipotenza

  Quando ha annunciato che vuole fare diventare Alghero città internazionale nessuno ha avuto il coraggio di dirgli la Riviera del Corallo era internazionale prima che lui nascesse. Nel rito quotidiano degli annunci delle "bombolles" monsignore trascura che quando negli anni Cinquanta Franco Cattogno, pioniere in Sardegna nel servizio del trasporti, andava a prendere i primi turisti olandesi che arrivavano a Porto Conte con gli idrovolanti, nella base navale della Marina, lui non era nato.

  Poi arrivarono gli inglesi della Thomson, i belgi che si comprarono mezza Porto Conte, cominciarono a nascere i primi alberghi, il Festival Internazionale del Cinema, si parla dei tempi dell' Azienda di Soggiorno, e ancora gli arabi e i franco libanesi. In quegli anni da queste parti si parlava sempre di più inglese, francese, tedesco. E sempre da queste parti si faceva turismo internazionale quando Villasimius era un piccolo borgo di pescatori e la Costa Smeralda terra di pascolo per i pastori. E' vero che a dirgli che Alghero era città internazionale prima del suo avvento ci vuole coraggio. A seconda dell'umore della giornata potrebbe reagire male.

  Il delirio di onnipotenza è forse il male oscuro che colpisce chi governa, e monsignore, che peraltro appare perfino predisposto, non è sfuggito alla regola e probabilmente si è anche convinto di essere dotato di doti superiori, soprannaturali. E forse a tale convincimento è arrivato in seguito a un ragionamento tutto sommato credibile: ha affondato il Partito Democratico che già aveva problemi di identità, contro il Pd ha formato una lista civica, è stato eletto con i voti della destra, governa con la sinistra, i comunisti, i massoni, i focolarini, gode di una comunicazione ossequiosa e amministra usando soprattutto il bastone, in qualche caso la carota, ma soprattutto una robusta strategia di clientele che giorno dopo giorno appare decisamente esagerata, quasi ossessiva.

   Tra incenso e crocefissi, falci e martello, grembiulini e compassi, la coltiva quotidianamente: gira come "Poero", non perde un appuntamento, un convegno, una premiazione, perfino ai battesimi vuole mettere bocca. Purchè ci siano fotografi o tv. Uno straordinario campionario di risultati, a suo esclusivo favore, che fa nascere il sospetto: vuoi vedere che è davvero onnipotente?

                                                                           Junivelt

Foto: -

case e terreni

ULTIME NOTIZIE

METEO

meteo

Meteo Alghero

Temperatura: 18°C

Previsioni per i prossimi giorni