Inaugurata con un anno di anticipo la condotta della Nurra - A Olmedo lavori pubblici in controtendenza al sistema

-
  Taglio del nastro per l’opera irrigua più importante della Nurra: la riqualificazione dei 6791 metri di canale adduttore realizzato nel 1965, che collega il Rio Cuga alla vasca di Monte Baranta, in territorio di Olmedo, dalla quale si diramano tutte le condotte che servono il territorio della Nurra. L’inaugurazione è avvenuta in località Monte Baranta alla presenza dei vertici regionali e nazionali di ANBI, dei referenti delle commissioni parlamentari Agricoltura, Ambiente e Lavori Pubblici, delle autorità politiche regionali, dei sindaci del territorio e delle organizzazioni agricole. Il Consorzio di Bonifica della Nurra, in occasione dell’avvio della stagione irrigua, promuove la cerimonia di presentazione del progetto appena concluso.

   Un’opera di ingegneria idraulica costata circa 18 milioni di euro (Fondi Ministero Infrastrutture e Agricoltura) e che si è portata a termine in tempi da record. Il cantiere si è aperto a novembre del 2020 e i lavori si sono chiusi ad aprile del 2021. Le copiose e diffuse perdite del vecchio canale a cielo aperto, stimate in circa 6/7 milioni di metri cubi per campagna irrigua, uno spreco di oltre il 25% del volume transitato, hanno indotto il Consorzio di Bonifica della Nurra ad imprimere una fortissima accelerazione ai lavori, cosi da traguardare la messa in funzione e collaudo dei nuovi impianti con un anno di anticipo. E quindi con immenso piacere e grande soddisfazione che il Consorzio di Bonifica della Nurra rinnova l’invito al taglio del nastro di un’opera dalla straordinaria importanza per l’agricoltura del comprensorio irriguo dei comuni di Alghero, Porto Torres, Sassari e Olmedo.