I carabinieri denunciano un truffatore online

Carabinieri
  Il livello dell'informatizzazione ha consentito un incremento delle truffe online da parte di cyber criminali che, in maniera sempre più sofisticata, adottano una serie di raggiri per acquisire dati personali delle vittime e password per l'accesso ai conti correnti online.

  Nell'ultimo periodo si è registrato un costante aumento di truffe online di vario genere con profitti per svariate migliaia di euro. I delinquenti agiscono con richiesta di anticipi ai quali non segue la consegna delle merce; l'acquisizione di credenziali di accesso all'home Banking da cui poi vengono effettuati bonifici fino a consumare tutti i fondi; promesse di guadagni milionari investendo i proprio risparmi in azioni o prodotti finanziari su piattaforme regolarmente con sedi all'estero che dopo aver incassati spariscono senza lasciare traccia.

  Ma i Carabinieri di Torralba sono riusciti a venire a capo di una complessa vicenda che si è conclusa con la denuncia all'autorità giudiziaria di un esperto informatico che utilizzando portali internet di vari genere generava un messaggio a nome della banca Monte dei Paschi di Siena, segnalando all'utente la necessità di dover procedere al cambio della propria password per accedere al portale della banca a causa di accessi anomali. L'utente in questione, indubbiamente preoccupato dalla possibilità che qualcuno potesse accedere al conto, aderiva alla richiesta, fino a svelare i propri dati personali.

  Una volta acquisite le credenziali il truffatore procedeva a effettuare bonifici su conti terzi. L'indagine dei militari di Torralba ha consentito di accertare che l'abilità dei truffatori è tale da svolgere in maniera seriale questa tipologia di truffa riuscendo a prelevare migliaia di euro dai conti delle vittime, a volte trattandosi di risparmi di una vita o pensioni accreditate mensilmente. L'invio degli SMS avviene in maniera casuale verso molteplici numeri di telefono finché non viene individuata la vittima che risponde a l'adescamento online. Non è un caso che molti istituti di credito stanno svolgendo diverse attività di sensibilizzazione alla propria clientela nelle quali ricordano che nessuno operatore della banca chiederà mai le credenziali complete dei propri account.