Vandali a Sa Segada: Pirisi chiede le telecamere di sorveglianza

-
  "È già difficile in questi tempi di pandemia da Covid mantenere le scuole aperte, se poi ci si mettono anche i furti, e gli atti vandalici, diventerà quasi impossibile mantenere le scuole aperte specialmente in quei luoghi di periferia, e nella Borgate".

  Comincia così una nota del capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale ad Alghero, Mimmo Pirisi facendo evidentemente riferimento ai recenti epospodi di vandalismo che hanno interessato la borgata di Sa Segada dove è stato messo fuori uso l'impianto di condizionamento della scuola per l'infanzia. "In questi posti le scuole - aggiunge - sono molto più di quanto si possa immaginare, sono il baluardo della vivibilità delle campagne, un deterrente contro il loro spopolamento, un presidio di visione del futuro, che si fonda sulle nuove generazioni che crescono ancorate alla loro provenienza.

  Credo che l’amministrazione dovrebbe pensare a questi luoghi particolarmente isolati, e  prevedere un servizio di controllo con dotazione di impianti di sorveglianza con telecamere. Basta poco, anzi sicuramente molto meno di quanto si spenda per riacquistare  le parti danneggiate o rubate. Si metta nel conto pure  che in questi luoghi si possono consumare  anche atti di vandalismo e sarebbe la fine del plesso scolastico, la sua distruzione fisica.

  Ecco perché con pochi fondi disponibili, si potrebbe mettere in sicurezza lo stabile e permettere in maniera continua la frequentazione scolastica ai nostri giovanissimi studenti “. La richiesta di Pirisi è certamente corretta e soprattutto utile per la collettività della borgata. Ma lo era anche un paio di anni fa.(g.o.)