I Progressisti chiedono una seduta straordinaria su spettacoli dal vivo

-
Questa mattina i Progressisti in Consiglio regionale, insieme ad alcuni colleghi del centrosinistra, hanno presentato una mozione con richiesta di convocazione straordinaria del Consiglio per discutere delle misure emergenziali per il settore della cultura e dello spettacolo dal vivo.
“La mozione si inserisce all’interno di una serie di iniziative che abbiamo promosso per il settore delle imprese culturali e creative” dichiara Laura Caddeo “Le disposizioni per arginare l’epidemia da Covid19 hanno determinato una gravissima crisi di tutto il settore della cultura e dello spettacolo dal vivo, ma è del tutto evidente che gli operatori del settore sono considerati dalla Regione come lavoratori di serie B.

Non solo non sono ancora chiare le disposizioni perché possano riprendere gli spettacoli dal vivo, ma la Regione non ha ancora messo in campo gli strumenti a sua disposizione per consentire agli operatori di lavorare in serenità".
Il documento segue una mozione di pari oggetto depositata il 1° aprile (https://www.consregsardegna.it/xvilegislatura/mozioni/199) e una proposta di legge del 9 aprile su misure urgenti e straordinarie in materia di lavoro per il supporto e la salvaguardia dell'occupazione e delle professionalità nel sistema delle imprese culturali e creative in Sardegna (https://www.consregsardegna.it/xvilegislatura/progetti-legge/128), mai discusse in Consiglio regionale.

“L’assessora Zedda aveva preso specifici impegni al fine di prevedere misure urgenti anche per il settore dello spettacolo dal vivo, ma nonostante noi Progressisti ci siamo fatti promotori di una proposta di legge in materia, niente ancora si è mosso” continua Caddeo “Occorre estendere anche ai lavoratori dello spettacolo le misure di sostegno al reddito e le politiche attive del lavoro previste per le altre tipologie di imprese”.

“Per far fronte alla drammaticità della situazione e alla sua possibile ulteriore evoluzione, la Regione deve adottare tutte le misure necessarie a snellire i procedimenti e mettere in atto provvedimenti straordinari che affianchino quelli previsti dal Governo” dichiara Francesco Agus, capogruppo dei Progressisti “Abbiamo chiesto di procedere in tempi brevissimi alla istruttoria e alla liquidazione dei saldi relativi ai contributi concessi per le passate annualità e alla pubblicazione dei nuovi bandi. In un momento come questo è indispensabile cercare in tutti i modi di sopperire alla carenza di liquidità causata dal blocco delle attività.”

Caddeo è anche promotrice, insieme al collega Gianfranco Satta, di alcuni emendamenti per la cultura e lo spettacolo relativi al disegno di legge della Giunta sul sostegno alle imprese che approderà in Consiglio regionale mercoledì e che al momento non contiene nessuna misura per le imprese culturali e creative.
È, inoltre, prima firmataria di un’interrogazione dei Progressisti che riguarda le procedure di liquidazione dei contributi della legge 7/55 e la pubblicazione del bando 2020.
“Nonostante le rassicurazioni dell’assessore Chessa, il bando per il cartellone degli eventi turistici 2020 non è stato ancora pubblicato e le liquidazioni dei contributi per il 2017/2018/2019 sono ferme.

Purtroppo questa giunta pensa ancora che gli unici eventi estivi da prendere in considerazione siano le sagre, non valutando che tanti organizzatori di festival si sono messi al lavoro dopo la conferma che il nuovo bando sarebbe uscito a breve” conclude Caddeo “Chiediamo al Presidente e alla giunta uno sforzo per scongiurare il fallimento di istituzioni e imprese già strutturalmente fragili e sostenerne la ripresa.
Tra gli interventi annunciati dalla Regione occorre prevedere l’adozione di specifiche misure a supporto delle imprese e dei lavoratori della cultura e dello spettacolo”.