Prigioniera in Svizzera: lettera di una algherese che vuole tornare a casa

Una nostra lettrice, Nadia, ci scrive dalla Svizzera dove fino a sabato lavorava. Ci manda una delle mail inviate alla Regione in questi giorni che pubblichiamo di seguito integralmente auspicando che Nadia possa trovare una soluzione al suo problema: "Vi scrivo l'ennesima mail perché non riesco a capire quando riaprirà l aeroporto di Alghero per poter rientrare a casa mia e fare la quarantena come è giusto che sia. Non so se vi rendete conto cosa significhi non poter rientrare nella propria terra, vedere i propri familiari o comunque averli vicino. Adesso mi trovo in una situazione dove ho terminato il mio periodo di lavoro in Svizzera, non ho una casa e sono in balia degli eventi e continuamente a rischio. 

Oltre tutto se rientrassi da Cagliari sarebbe un rischio comunque perché il volo disponibile atterra la sera e rientrare ad Alghero non sarebbe possibile visto che non ci sono mezzi a disposizione e sarei sempre più esposta a rischio contagio. È così che volete salvaguardare la salute dei vostri concittadini? Sono assolutamente d'accordo con le regole da seguire tant'è che le seguo anche qui in Svizzera, ma datemi modo di portare avanti questo atto di responsabilità e fatemi tornare nella mia comunità!"