Circonvallazione di Alghero: indispensabile per la città - Senza bisogno di Franceschini

Se sulla quattrocorsie che da Rudas conduce ad Alghero si sono abbattute tutte le contraddizioni della politica e delle normative tecnico burocratiche, a conferma che nel Bel Paese non esistono più certezze ma si viaggia di volta in volta a interpretazioni, da queste parti c'è un'altra opera pubblica giudicata unanimamente essenziale per il recupero della viabilità urbana ma anche della vivibilità: la circonvallazione. La strada che collegherà il Nord e Sud della città evitando l'attraversamento dell'area urbana storica.

Si tratta di un appalto risalente al 2017 e del quale soltanto nell'agosto scorso è stato trasmesso alla Regione il progetto esecutivo. L'opera, a differenza della quattrocorsie, non necessita di ulteriori approfondimenti ma soltanto del via libera dell'assessorato regionale ai lavori pubblici nelle cui mani, come detto in precedenza, si trova il progetto esecutivo. Vale la pena ricordare i contenuti dell'intervento: un tracciato a quattro corsie di circa due chilometri che collegherà, attraverso il Carmine, a sud con le strade per Bosa, la Provinciale 105, e per Villanova Monteleone, la Statale 292, e a nord con l'area dell'ospedale e per l'aeroporto.

L'appalto ammonta a 10,5 milioni di euro, su fondi regionali, 4 milioni provenienti dalla giunta Soru e 6 milioni e mezzo da quella Cappellacci. Se dall'assessorato regionale ai lavori pubblici giungesse l'atteso via libera, la riconvallazione di Alghero dovrebbe essere realizzata in 810 giorni lavorativi, come prevede il capitolato di appalto. Nel progetto sono previsti quattro segmenti separati da rotatorie per l'inserimento nella viabilità di quartiere: viale della Resistenza, quindi le direttrici per Bosa e Villanova, via Carrabuffas, via Mazzini e il quartiere del Carmine. L'utilità della circonvallazione per Alghero non è certo in discussione, si potrebbe perfino azzardare che la sua realizzazione porterebbe vantaggi immediati per la città, in una visione generale, ma anche sul piano ambientale. Quando si parla di polveri e di inquinamento è lecito chiedersi se, per fare un solo esempio, alla Pietraia (che subisce buona parte del traffico in entrata e uscita dalla città sul versante Nord) vengono raccolte le rilevazioni sulla qualità dell'aria.