La repubblica di Abbanoa: bocciato il piano procede comunque alle assunzioni

«Abbanoa si muove come una Repubblica indipendente, incurante della solenne bocciatura del piano di riorganizzazione fatta dalla Regione.» Così l’ex sindaco di Alghero Marco Tedde commenta la decisione di Abbanoa di indire una serie di selezioni per l’assunzione di personale anche con mansioni di livello direttivo-dirigenziale nonostante lo “stop” della Regione al piano di restyling aziendale, giustamente ritenuto non in linea con le reali esigenze del sistema idrico e dei cittadini utenti. «Occorre una riorganizzazione profonda dell’ente» sottolinea Tedde.

«Abbanoa in questi anni ha dimostrato carenze e inefficienze delle quali il management è responsabile. I sardi non possono continuare ad essere oggetto di vessazioni e la gestione della risorsa idrica richiede competenze e sensibilità che oggi Abbanoa non possiede». Tedde evidenzia che alcune importanti assunzioni prestano anche il fianco a pesanti censure, sia sotto il profilo dell’assenza dei requisiti di esperienza richiesti nel ruolo, con coordinamento e supervisione di altre risorse, in realtà organizzative aziendali assimilabili per caratteristiche strutturali, sia per la loro evidente caratterizzazione politica. «Auspichiamo che nella prossima assemblea dei soci di Abbanoa si scriva finalmente la parola fine a questa epopea di errori e di danni per i sardi» chiude Tedde.